Invito a presentare operazioni a sostegno dei territori e della popolazione colpita dagli eventi sismici - primo provvedimento.

Invito rivolto agli enti di formazione per il finanziamento di attività formative rivolte a cittadini e imprese dei terrioti interessati dal terremoto di maggio 2012.
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 20/12/2012
Scadenza termini partecipazione 12/06/2013 13:00
Chiusura procedimento 20/11/2013

Con il presente Invito, approvato con la Delibera di GR n. 1933 del 10/12/2012, si intende far fronte all’emergenza che si è creata a seguito del terremoto del mese di maggio 2012, rendendo disponibili per le persone, le imprese e, più in generale, il sistema economico e per comunità colpite opportunità cofinanziate attraverso le risorse derivanti dal contributo di solidarietà.

Il contributo pari a 50 milioni di euro, è stato costituito dalle Regioni italiane a carico dei Programmi Operativi FSE dell’Obiettivo Competitività Regionale ed Occupazione ed è destinato ai territori colpiti dal sisma: Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto. La quota per la Regione Emilia-Romagna è pari a 40.714.085,00 euro.

Il bando prevede diverse azioni:

AZIONE 1) SPORTELLO APERTO PER IL FINANZIAMENTO DI PIANI FORMATIVI AZIENDALI/INTERAZIENDALI/SETTORIALI DI IMPRESE CON SEDE NEI COMUNI COLPITI DAL SISMA

Obiettivo: supportare le imprese e i sistemi di imprese nei processi di riorganizzazione, riposizionamento e ripresa produttiva per favorire l’innovazione e la produttività attraverso l’innalzamento delle competenze dei lavoratori.

Operazioni candidabili: Piani formativi aziendali, interaziendali o settoriali che prevedano azioni formative corsuali integrate da azioni di accompagnamento. Per essere ammessi, i piani formativi,  devono essere sottoscritti da almeno una organizzazione sindacale e almeno una organizzazione datoriale.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni: organismi accreditati ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione per l’ambito “Formazione continua e permanente”. Possono altresì candidarsi le imprese per lo svolgimento diretto di attività formative per i propri dipendenti e collaboratori e pertanto solo nel caso in cui l’operazione si configuri come Piano formativo aziendale.

Destinatari: lavoratori e imprenditori di imprese localizzate nei comuni danneggiati dal sisma ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto legge n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.

 

AZIONE 2) SPORTELLO APERTO PER IL FINANZIAMENTO DELLA FORMAZIONE DEGLI IMPRENDITORI IN INTEGRAZIONE ALLA FORMAZIONE FINANZIATA DAI FONDI INTERPROFESSIONALI SU AVVISI SPECIFICI E MIRATI ALLE AREE COLPITE DAL SISMA

Obiettivo: favorire nelle organizzazioni di lavoro, e in particolare nelle piccole e micro imprese, la crescita complessiva e coerente delle competenze tecnico professionali di tutti i lavoratori finanziando la formazione degli imprenditori che, ricorrendo alle risorse dei Fondi Interprofessionali, investono nell’aggiornamento e nel miglioramento delle competenze tecnico professionali dei propri dipendenti.

Operazioni candidabili: azioni di formazione corsuali coerenti/complementari, nei contenuti e negli obiettivi formativi attesi, alla formazione dei dipendenti di cui ai Piani formativi finanziati dai Fondi Interprofessionali.

Soggetti ammessi: organismi accreditati ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione per l’ambito “Formazione continua e permanente”.

Destinatari: imprenditori di imprese localizzate nei comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto legge n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.

 

AZIONE 3) SPORTELLO APERTO PER IL FINANZIAMENTO DI INTERVENTI PER SOSTENERE NUOVA OCCUPAZIONE NELLE AREE COLPITE DAL SISMA

Obiettivo: promuovere nuova occupazione nei territori colpiti dagli eventi sismici rendendo disponibili azioni formative mirate e finalizzate a sostenere l’inserimento lavorativo, riducendo il divario tra le competenze richieste dall’impresa e le competenze possedute dalle persone.

Operazioni candidabili: azioni di formazione corsuali che dovranno essere sviluppate prevalentemente in impresa, realizzate prima dell’accensione di un contratto di lavoro, definite a partire dalle competenze di cui al Sistema Regionale delle Qualifiche, di durata compresa tra 50 e 300 ore in funzione degli obiettivi formativi e accompagnata dalla formalizzazione delle conoscenze e capacità acquisite.

Soggetti ammessi: organismi accreditati ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione per l’ambito “Formazione continua e permanente”.

Destinatari: persone non occupate o in mobilità residenti o domiciliate nei comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.

 

AZIONE 4) SPORTELLO APERTO PER IL FINANZIAMENTO DI PIANI VOLTI A SUPPORTARE LE STRATEGIE DI INNOVAZIONE DEI TERRITORI COLPITI DAL SISMA

4 A) interventi formativi caratterizzati da sistemi di partenariato e rete tra soggetti, finalizzati all’adeguamento delle risorse umane alla domanda di alte competenze tecniche e tecnologiche riconducibili ad attività corsuali di formazione post diploma o post laurea integrate da interventi orientativi.

Soggetti ammessi: organismi accreditati per l’ambito “Formazione superiore” in partenariato con una o più imprese ed eventualmente con gli altri soggetti del sistema formativo regionale e della ricerca.

Destinatari: persone residenti o domiciliate nei comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto legge 74 del 06/06/2012.

 

4B) interventi formativi caratterizzati da sistemi di partenariato e rete tra soggetti, in coerenza con le strategie individuate dalle iniziative faro di Europa 2020 e con le logiche di Horizon 2020 riconducibili ad attività corsuali di formazione post diploma o post laurea  integrate da interventi orientativi.

Soggetti ammessi: organismi accreditati per l’ambito “Formazione superiore” in partenariato con una o più imprese ed eventualmente con gli altri soggetti del sistema formativo regionale e della ricerca.

Destinatari: persone residenti o domiciliate nei comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.

 

4C) azioni di mobilità finalizzate all’accrescimento delle competenze nelle logiche di cui all’iniziativa Faro Youth on the move di Europa 2020.

Soggetti ammessi: organismi accreditati per l’ambito “Formazione superiore” in partenariato con gli altri soggetti del sistema formativo regionale e della ricerca.

Destinatari: persone residenti o domiciliate nei comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto legge n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.

 

4D) azioni di orientamento formativo e professionale, azioni volte a sostenere la continuità dei percorsi educativi e formativi e a promuovere il successo formativo, contrastando il rischio di abbandono e dispersione, azioni di accompagnamento al rientro nei sistemi educativi e formativi.

Soggetti ammessi: organismi accreditati per l’ambito “Formazione superiore” in partenariato con gli altri soggetti del sistema formativo regionale e della ricerca.

Destinatari: studenti che frequentano percorsi di istruzione e formazione presso scuole o enti con sede nei Comuni danneggiati ai sensi del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 01/06/2012 e del Decreto legge n. 74 del 06/06/2012, così come convertito con L. n. 122/2012.e studenti coinvolti nella sperimentazione.

 

MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE OPERAZIONI
Le Operazioni dovranno essere presentate per via telematica su http://sifer.regione.emilia-romagna.it a partire dal 24 gennaio 2013 ed entro e non oltre le ore 13.00 del 12 giugno 2013, salvo esaurimento  delle risorse disponibili.


Il Responsabile del procedimento ai sensi della L.241/90 ss.mm.ii. è la Dott.ssa Francesca Bergamini Responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Direzione Cultura, Formazione e Lavoro.

Per informazioni è possibile contattare il Servizio inviando una e-mail all’indirizzo progval@regione.emilia-romagna.it

Documentazione
Azioni sul documento
Pubblicato il 20/12/2012 — ultima modifica 24/02/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it