Invito a presentare operazioni di politica attiva del lavoro finalizzate al reinserimento occupazionale dei lavoratori licenziati nell'ambito di crisi aziendali - PO FSE 2014/2020 Obiettivo tematico 8 – Procedura presentazione just in time

Allegato 1 alla Delibera di GR n. 561 del 28/04/2017
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 09/05/2017
Scadenza termini partecipazione 29/11/2018 12:00

L'invito ha l'obiettivo di attivare misure straordinarie per far fronte a crisi aziendali con esuberi di oltre 50 unità, che hanno impatti non gestibili con le misure ordinarie. In particolare, riguarda le crisi che si concludono con procedure di licenziamento collettivo sulla base di accordi tra le parti, condivisi in sede istituzionale, in cui la Regione si sia impegnata a intervenire con risorse proprie.

Le operazioni selezionate consentiranno di offrire tempestivamente ai lavoratori in mobilità percorsi personalizzati di orientamento e formazione, per favorire il loro reinserimento nel mercato del lavoro.

Destinatari

Lavoratori di imprese ubicate in Emilia-Romagna licenziati nell'ambito di crisi che - sulla base di accordi condivisi in sede istituzionale - prevedano esuberi superiori alle 50 unità e un impegno straordinario della Regione in favore dei lavoratori che non si possa mantenere ricorrendo ad attività già disponibili. I destinatari potranno beneficiare delle misure di norma entro 12 mesi dall'iscrizione alle liste di mobilità.

Misure finanziabili

Potranno essere candidate operazioni che, nell’integrazione dei diversi progetti, permettano alle persone di costruire un proprio percorso di reinserimento lavorativo.

Il soggetto attuatore, tenuto conto di competenze e attese dei destinatari, dovrà accompagnarli nella scelta e nella fruizione delle singole misure, in funzione delle effettive opportunità offerte del mercato del lavoro regionale.

Le operazioni potranno essere articolate in una o più delle seguenti misure:

  • ­azioni orientative e di accompagnamento;
  • ­percorsi di formazione permanente (16-40 ore) per l'acquisizione di competenze necessarie ad affrontare nuovi contesti organizzativi, compresa l’eventuale formazione per la sicurezza;
  • ­percorsi di formazione comprensivi di stage per il rilascio di una qualifica professionale SRQ o di unità di competenze della durata di 300, 500 o 600 ore a seconda della coerenza dell'esperienza lavorativa del partecipante rispetto ai contenuti del corso;
  • ­tirocini di inserimento o reinserimento di durata compresa tra i 3 e i 6 mesi, comprensivi del servizio di formalizzazione delle competenze;
  • ­accompagnamento al lavoro per l’attivazione di un contratto di apprendistato, a tempo indeterminato oppure a tempo determinato di durata superiore a 6 mesi.

Le operazioni dovranno essere accompagnate da un Accordo di Partenariato sottoscritto dai diversi soggetti che, condividendo obiettivi e modalità di intervento, si impegnano a concorrere al conseguimento dei risultati.

Al fine di strutturare misure rispondenti alle caratteristiche delle persone e alle effettive prospettive occupazionali, l'intervento complessivo sulla specifica crisi aziendale potrà essere realizzato attraverso più operazioni, candidate in tempi successivi a valere sul presente invito.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni

Potranno candidare operazioni a valere sul presente invito, in qualità di soggetti gestori titolari gli enti accreditati per la realizzazione di servizi per il lavoro - area 1 in risposta all’“Avviso per la presentazione delle domande di accreditamento dei servizi per il lavoro, ai sensi della L.R. n.17/2005 e ss.mm.ii. ed in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 1959/2016” di cui alle determinazioni del Direttore dell’Agenzia Regionale per il Lavoro n. 134 del 01/12/2016 e n. 145 del 07/12/2016.

Si specifica che per tutti i Progetti comunque la responsabilità dovrà essere formalmente attribuita nel rispetto di quanto indicato per le singole misure.

Risorse

1.000.000 di euro POR FSE 2014/2020 – Obiettivo tematico 8 - priorità di investimento 8.1.

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni

Le operazioni dovranno essere compilate a partire dal 20/05/2017 attraverso la procedura web disponibile su https://sifer.regione.emilia-romagna.it e inviate per via telematica entro e non oltre le ore 12.00 del 29/11/2018.

La richiesta di finanziamento, completa degli allegati e dell'Accordo di partenariato, firmata digitalmente dal legale rappresentante e in regola con la normativa sull’imposta di bollo virtuale, dovrà essere inviata via PEC entro e non oltre il giorno successivo all'invio telematico. In alternativa, la richiesta completa di allegati e Accordo, firmata in originale e in regola con la normativa in materia di bollo, potrà essere spedita a mezzo raccomandata entro e non oltre il giorno successivo all'invio telematico. In caso di consegna a mano o tramite corriere, questa dovrà avvenire dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e pervenire entro le ore 13.00 del giorno successivo alla candidatura telematica.

Priorità

Sarà data priorità alle operazioni:

  • supportate da un ampio e completo partenariato socio-economico;
  • che riducono costi e disagi connessi alla mobilità dei lavoratori.

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni delle operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti di norma entro 30 giorni dalla presentazione.

Termine per l’avvio delle operazioni

Le operazioni approvate dovranno essere avviate di norma entro e non oltre 30 giorni dalla pubblicazione dell'atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione “Amministrazione Trasparente”.

Tutti i progetti contenuti nell'operazione dovranno essere avviati entro sei mesi dalla suddetta pubblicazione e concludersi entro nove mesi dalla stessa, salvo per i progetti di tipologia A02, per i soli destinatari dei progetti di cui alle tipologie C10 C11 e T01b, i quali si considerano conclusi se l'accensione del contratto non avviene entro 12 mesi dalla data della pubblicazione dell'atto di finanziamento sul suddetto sito web istituzionale regionale


Il Responsabile del procedimento è Il Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Fabrizia Monti, responsabile del Servizio Attuazione degli interventi e delle politiche per l’istruzione, la formazione e il lavoro.

Per informazioni: AttuazioneIFL@regione.emilia-romagna.it

Documentazione
Azioni sul documento
Pubblicato il 09/05/2017 — ultima modifica 12/05/2017
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it