Invito a presentare operazioni formative finalizzate a supportare i processi di innovazione, sviluppo competitivo e riposizionamento delle imprese del sistema regionale dell'edilizia e delle costruzioni - Legge 53/2000 art. 6 - Procedura just in time

Allegato 1 alla Delibera di GR n. 1712 del 12/11/2015
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 12/11/2015
Scadenza termini partecipazione 08/02/2017 12:00

L'Invito intende rispondere tempestivamente, con la procedura “just in time”, alle esigenze delle imprese del sistema regionale dell’edilizia e delle costruzioni che si trovano ad affrontare cambiamenti derivanti dalle mutate esigenze del mercato, concorrendo agli obiettivi di sviluppo individuati nella "Strategia Regionale di Ricerca e Innovazione per la Specializzazione Intelligente".

Obiettivi specifici

Rendere disponibili opportunità formative volte ad innalzare le competenze dei lavoratori e delle imprese, che affianchino gli strumenti di contenimento delle difficoltà (in particolare gli interventi di politica passiva) e concorrano ai piani di ripresa e riposizionamento.

Destinatari

Lavoratori di imprese del sistema regionale dell’edilizia e costruzioni che, sulla base di accordi contrattuali, prevedono quote di riduzione dell’orario di lavoro, anche per il contrasto dello stato di crisi occupazionale (art. 19 D.L. 29 novembre 2008 n. 185 convertito, con modificazioni, dalla L. 28 gennaio 2009 n. 2).

Fanno parte del sistema le seguenti attività:

  • attività estrattive di minerali per materiali da costruzioni e legno;

  • produzioni di piastrelle in ceramica, laterizi, calcestruzzi,

  • produzione di infissi, serrature ed altri componenti per l’edilizia in metalli, plastica e legno, vernici;

  • produzione di componenti meccaniche per le abitazioni(caldaie, ascensori, chiusure automatiche, ecc.);

  • produzione di macchinari per attività estrattive, costruzioni edili e sollevamento, produzioni di ceramica elaterizi, lavorazione del legno;

  • costruzioni edili per abitazioni e opere pubbliche, inclusa manutenzione e riparazione;

  • public utilities;

  • logistica e distribuzione di materiali e componenti edili;

  • attività di ingegneria e architettura.

Azioni finanziabili

Piani formativi aziendali o interaziendali che coinvolgano imprese di edilizia e costruzioni con sede legale o unità locale nel territorio regionale. Le Operazioni che costituiranno i Piani formativi dovranno ricomprendere progetti riconducibili a:

  • percorsi di formazione continua per l’acquisizione di competenze tecniche professionali specialistiche, necessarie per ampliare le opportunità di lavoro dei partecipanti (durata massima definita dall’Allegato 2 della DGR 1568/2011);

  • azioni formative non corsuali (max 20 ore) finalizzate a qualificare e rafforzare le competenze delle imprese e a trasferirle in comportamenti e modalità organizzative e gestionali.

Ciascun Piano Formativo dovrà essere concordato tra le parti sociali e pertanto sottoscritto almeno da una organizzazione sindacale e una organizzazione datoriale. In fase di candidatura, dovranno già essere determinate le imprese destinatarie dell’intervento.

Priorità

Sarà data priorità alle operazioni:

  • supportate da un partenariato socio-economico ampio e pertinente

  • capaci di corrispondere alle esigenze di competenze necessarie a supportare lo sviluppo economico delle imprese, come previsto dalla "Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente”.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni

Organismi accreditati (o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione) per l’ambito della “Formazione continua e permanente” ai sensi della normativa regionale nonché le imprese per la formazione del proprio personale.

Risorse

1.473.492,99 euro legge 53/00 annualità 2013 e 2014

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni

Le operazioni devono essere compilate attraverso la procedura applicativa web disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it e inviate per via telematica a partire dal 7 dicembre 2015 fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque non oltre le ore 12.00 dell'8 febbraio  2017, pena la non ammissibilità.

Dopo l’invio telematico, la richiesta di finanziamento, completa dell'Allegato 1 – Piano Formativo aziendale o interaziendale debitamente sottoscritto, deve essere stampata, firmata dal legale Rappresentante e inviata, in regola con la vigente normativa in materia di bollo, alla Regione nelle modalità e nei termini previsti dal bando, pena la non ammissibilità (se l'invio è a mezzo raccomandata, questa deve essere spedita entro e non oltre il giorno successivo alla scadenza telematica; in caso di consegna a mano o tramite corriere, la documentazione deve pervenire entro le ore 13.00 del giorno successivo alla scadenza telematica, con consegna da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00).

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni delle operazioni saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti di norma entro 30 giorni dalla data di presentazione.

Termine per l’avvio delle operazioni

Le operazione non potranno essere avviate prima del loro finanziamento, ma dovranno essere avviate improrogabilmente entro e non oltre 30 giorni dalla pubblicazione dell'atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione “Amministrazione Trasparente” e che le stesse operazioni dovranno concludersi di norma entro 6 mesi dall’avvio, fatta salva eventuale autorizzazione alla proroga autorizzata dal dirigente regionale competente.


Il Responsabile del procedimento è Francesca Bergamini, Responsabile del Servizio "Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro” della Direzione generale Cultura Formazione e Lavoro.

Per informazioni: Progval@regione.emilia-romagna.it

Atti di approvazione
Documentazione
Altra documentazione
Azioni sul documento
Pubblicato il 12/11/2015 — ultima modifica 28/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it