Operazioni in attuazione del “Piano di intervento per il reinserimento lavorativo dei fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione delle imprese del sistema regionale dell’edilizia e delle costruzioni”

Delibera di GR n. 1072 del 28/07/2015, Allegato 2
Stato
Chiuso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 03/08/2015
Scadenza termini partecipazione 06/10/2015 12:00
Chiusura procedimento 20/10/2015
Consulta gli approfondimenti

L'Invito intende concorrere a dare attuazione al “Piano di Intervento per il reinserimento lavorativo dei fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione delle imprese del sistema regionale dell’edilizia e delle costruzioni”, finanziato con le risorse nazionali del Fondo per le Politiche Attive del Lavoro.

Obiettivi specifici

Rendere disponibile ai lavoratori un’offerta coordinata, mirata e personalizzata di misure di politica attiva orientative, formative, di accompagnamento e di supporto finalizzate a favorire il loro reinserimento nel mercato del lavoro.

Destinatari

Lavoratori delle imprese del sistema regionale dell’edilizia e delle costruzioni presi in carico dai Servizi pubblici competenti che si trovano in:

  • cassa integrazione guadagni straordinaria, anche in deroga, o liste di mobilità collettiva;

  • stato di disoccupazione, iscritti ai servizi pubblici per l'impiego.

I Servizi pubblici competenti individueranno i destinatari e ne invieranno i nominativi ai soggetti attuatori per l’attivazione dei percorsi.

Azioni finanziabili

Le operazioni, nell’integrazione dei diversi progetti, dovranno permettere alle persone di costruire un proprio percorso di reinserimento lavorativo, individuato insieme al soggetto attuatore in base a competenze e aspettative individuali e alle effettive opportunità offerte dal mercato del lavoro .

Gli interventi dovranno essere strutturati su tre dimensioni:

  • servizi personalizzati di presa in carico;

  • azioni formative per l’adeguamento, l’aggiornamento e il rafforzamento delle competenze;

  • servizi per l’accompagnamento al lavoro.

Le operazioni dovranno ricomprendere progetti che configurino tutte le seguenti misure:

  • azioni orientative e di accompagnamento. A seconda delle esigenze delle persone:

    • accoglienza e orientamento individuale e/o in piccoli gruppi (max 9 ore) per definire i percorsi individuali a partire da competenze e aspettative individuali;

    • orientamento professionale e tutoraggio (max 56 ore) per i lavoratori che presentano maggiori difficoltà nel reingresso nel mercato del lavoro;

  • percorsi di formazione permanente. A seconda delle esigenze delle persone:

    • percorsi formativi (max 40 ore) per gruppi di 8 lavoratori focalizzati sulle competenze di base e trasversali, comprensive dell’eventuale formazione per la sicurezza;

    • percorsi formativi (max 100 ore) focalizzati sulle competenze di base e trasversali e sulle competenze tecnico professionali dell’area professionale in cui si prevede il tirocinio e/o il successivo inserimento lavorativo, comprensivi della eventuale formazione per la sicurezza;

  • tirocini di inserimento o reinserimento di durata compresa fra i 3 e i 6 mesi, secondo le disposizioni della legge regionale. Per i lavoratori che non percepiscono ammortizzatori sociali, l'indennità di partecipazione è a carico del Fondo Politiche attive del lavoro;

  • servizio di formalizzazione delle competenze in esito ai tirocini;

  • accompagnamento al lavoro, in partenariato con soggetti autorizzati all’attività di intermediazione, per l’attivazione di un contratto (tempo indeterminato, apprendistato, tempo determinato o somministrazione di più di 12 mesi) in un'impresa diversa da quella di provenienza e da quella ospitante il tirocinio.

Priorità

Sarà data priorità alle operazioni:

  • supportate da un partenariato socio-economico ampio e pertinente

  • capaci di corrispondere alle esigenze di competenze necessarie a supportare lo sviluppo economico delle imprese, come previsto dalla "Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente” (DGR n. 515/2014)

  • che prevedono un’ampia e capillare copertura territoriale.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni

Organismi accreditati per l’ambito della “Formazione continua” ai sensi della normativa regionale (o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione), in partenariato attuativo con i soggetti autorizzati all’attività di intermediazione di cui all’art. 2 del D.Lgs n.276/03 dal Ministero del Lavoro o dalla Regione Emilia-Romagna.

Risorse

1.065.878,00 euro Fondo per le politiche attive del lavoro (art. 1, comma 215, legge 147/2013).

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni

Le operazioni devono essere compilate attraverso la procedura applicativa web disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it a partire dal 01/09/2015 e inviate per via telematica entro e non oltre le ore 12.00 del 06/10/2015 pena la non ammissibilità.

Dopo l’invio telematico, la richiesta di finanziamento, completa degli allegati previsti deve essere stampata, firmata e inviata alla Regione, insieme all'Allegato 1 “Partenariato con i diversi soggetti a carico del proponente senza standard di riferimento” debitamente sottoscritto in originale da tutti i componenti, nelle modalità e nei termini previsti dal bando, pena la non ammissibilità (se l'invio è a mezzo raccomandata, questa deve essere spedita entro e non oltre il giorno successivo alla scadenza telematica; in caso di consegna a mano o tramite corriere, la documentazione deve pervenire entro le ore 13.00 del giorno successivo alla scadenza telematica).

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni e delle selezioni delle operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti entro 90 giorni dalla data di scadenza del presente Invito.

Termine per l’avvio delle operazioni

Le operazioni dovranno essere immediatamente cantierabili e concludersi entro il 30/11/2016, salvo richieste di proroga.


Il Responsabile del procedimento ai sensi della L.241/90 ss.mm.ii. è la Dott.ssa Francesca Bergamini Responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Direzione Cultura, Formazione e Lavoro.

Per informazioni: progval@regione.emilia-romagna.it.

Atti di approvazione

Documentazione

Altra documentazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/08/03 10:10:00 GMT+1 ultima modifica 2018-10-08T13:54:34+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina