Terzo invito a presentare operazioni di formazione per le figure dello spettacolo dal vivo PO FSE 2014/2020 Obiettivo Tematico 10. Priorità di investimento 10.4

Allegato 1 alla Delibera di GR n. 483 del 05/04/2018
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 09/04/2018
Scadenza termini partecipazione 24/05/2018 12:00
Chiusura procedimento 30/07/2018

Il presente Invito intende concorrere agli obiettivi generali delle leggi regionali in materia di spettacolo dal vivo e sviluppo del settore musicale, selezionando e finanziando azioni formative connesse e funzionali alla crescita e a favorire l’occupazione qualificata nel sistema regionale dello spettacolo dal vivo,  finalizzate ad innalzare le conoscenze e competenze delle persone e a sostenere l’inserimento di nuove professionalità riconoscendo e valorizzando il ruolo delle realtà di produzione, delle istituzioni e dei diversi soggetti coinvolti.

Destinatari

Persone che hanno assolto l’obbligo d'istruzione e il diritto-dovere all'istruzione e formazione che necessitano di azioni formative per la riduzione del divario tra le competenze richieste per esercitare professionalmente il proprio ruolo e le competenze possedute nel settore dello spettacolo dal vivo.

I requisiti formali e sostanziali sono definiti in funzione delle tipologie di azione.

Azioni finanziabili

L'invito è finalizzato a permettere alle persone di strutturare, qualificare e/o aggiornare le conoscenze e competenze già possedute e acquisite attraverso differenti percorsi personali, educativi, formativi e professionali, per migliorare e ricondurre le stesse a professionalità rispondenti alla domanda del sistema produttivo e anticipare traiettorie di innovazione, sviluppo e diversificazione dell’offerta culturale regionale di spettacolo dal vivo.

Le azioni formative dovranno essere finalizzate a:

  • ­aggiornare e/o qualificare le conoscenze e le competenze acquisite in percorsi educativi, formativi – formali, informali e non formali – esperienze professionali e non professionali;
  • ­specializzare e ricomporre conoscenze e competenze acquisite attraverso una formazione formale, non formale e informale e/o esperienze professionali e non professionali;
  • ­ricomporre e tradurre in competenze professionali conoscenze e competenze acquisite in percorsi formali di alta formazione terziaria.

Saranno valutate come prioritarie le operazioni sostenute da accordi formalizzati attraverso un Protocollo di collaborazione con i diversi soggetti che concorrono al conseguimento degli obiettivi formativi ed occupazionali.

Le operazioni candidate dovranno essere strutturate in progetti riconducibili alle seguenti tipologie di azione:

  • percorsi di formazione (240/600 ore) progettati con riferimento al Sistema Regionale delle Qualifiche (SRQ) per il conseguimento di un Certificato di Competenze o di Qualifica Professionale dell’area “Produzione artistica dello spettacolo”.
    Destinatari: persone che hanno assolto l’obbligo d'istruzione e il diritto-dovere all'istruzione e formazione.
  • percorsi di formazione permanente (50 - 150 ore) per l’acquisizione di competenze tecnico/professionali e/o trasversali, con struttura modulare e personalizzabili in funzione delle competenze dei partecipanti.
    Destinatari: persone che hanno assolto l’obbligo d'istruzione e il diritto-dovere all'istruzione e formazione con conoscenze-capacità attinenti l’area professionale, ad eccezione di persone inoccupate o inattive, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali.
  • percorsi di alta formazione (300-1.000 ore) per l'acquisizione di alte competenze specialistiche, a sostegno dei processi di qualificazione, rafforzamento e innovazione del sistema regionale dello spettacolo dal vivo.
    Destinatari: persone che hanno assolto l’obbligo d'istruzione e il diritto-dovere all'istruzione e formazione con conoscenze-capacità attinenti l’area professionale, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali.

Priorità

Saranno valutate come prioritarie le operazioni che presenteranno:

  • un partenariato socio-economico ampio e pertinente
  • coerenza con la "Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente” (DGR n. 515/2014) per lo sviluppo economico
  • attenzione all'internazionalizzazione intesa come attenzione a formare competenze per rafforzare la dimensione internazionale dei sistemi produttivi e di erogazione dei servizi

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni

Organismi accreditati (o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione) per i seguenti ambiti, a seconda delle tipologie di azione candidate:

  • potranno candidare operazioni contenenti progetti di cui alla tipologia di azione C11, C10, FC02, FC03, organismi accreditati per l’ambito della “Formazione superiore” e possesso dei requisiti specifici per il servizio di formalizzazione,
  • potranno candidare operazioni contenenti progetti di cui alla tipologia di azione C07, organismi accreditati per l’ambito della “Formazione superiore”
  • potranno candidare operazioni contenenti progetti di cui alla tipologia di azione C03, organismi accreditati per l’ambito della “Formazione continua e permanente”

Potranno inoltre presentare operazioni organismi accreditati (o che abbiano presentato domanda di accreditamento) per le attività formative nell’ambito dello spettacolo ai sensi della L.R. 12/2003 e ss. mm. ii. di cui alle L.R. n. 28/2013 e n.20/2014 per gli specifici ambiti come sopra riportato.

Risorse

€ 2.500.000,00 Fondo sociale europeo 2014/2020 – Obiettivo tematico 10 - priorità di investimento 10.4.

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni

Le operazioni devono essere compilate attraverso la procedura applicativa disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it e dovranno essere inviate entro e non oltre le ore 12.00 del 24/05/2018.

La richiesta di finanziamento, completa degli allegati nella stessa richiamati, dovrà essere inviata via posta elettronica certificata all’indirizzo AttuazioneIFL@postacert.regione.emilia-romagna.it entro e non oltre il giorno successivo alla scadenza telematica prevista, pena la non ammissibilità, nonché firmata digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente.

L’eventuale protocollo di collaborazione dovrà essere inviato tramite la procedura applicativa web, disponibile all’indirizzohttps://sifer.regione.emilia-romagna.it

La domanda dovrà essere in regola con le norme sull'imposta di bollo. I soggetti esenti dovranno indicare nella domanda i riferimenti normativi che giustificano l'esenzione.

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni saranno sottoposti all’approvazione della Giunta Regionale entro 90 giorni dalla data di scadenza dell'Invito.

Termine per l’avvio delle operazioni

Le operazioni dovranno essere attivate di norma entro 90 gg. dalla data di pubblicazione dell'atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione “Amministrazione Trasparente” – e concludersi di norma entro 12 mesi dall’avvio.

Trattamento dei dati

I dati dei beneficiari sono pubblicati in formato aperto ed elaborati ai fini della prevenzione del rischio di frodi e irregolarità.


Il Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Claudia Gusmani, Responsabile del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l’istruzione, la formazione e il lavoro” della Direzione Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa.

Per informazioni: AttuazioneIFL@regione.emilia-romagna.it

Atti di approvazione
Documentazione
Azioni sul documento
Pubblicato il 09/04/2018 — ultima modifica 06/08/2018
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it