Garanzia Giovani

Tirocini

I datori di lavoro pubblici e privati possono ospitare i giovani iscritti al programma per un tirocinio.

Per i tirocini Garanzia Giovani, che possono durare al massimo 6 mesi, la Regione copre una parte dell'indennità di partecipazione mensile dovuta al tirocinante, che in Emilia-Romagna deve essere di minimo 450 euro.

 

I tirocini Garanzia Giovani in sintesi

Requisiti dei tirocinanti

Giovani fino a 29 anni che hanno assolto il diritto dovere all’istruzione e alla formazione professionale, iscritti a Garanzia Giovani e che hanno concordato con il Centro per l’impiego un percorso di tirocinio.

Requisiti dei datori di lavoro

Tutti i datori di lavoro, sia privati che pubblici, possono ospitare tirocinanti purché siano in possesso dei requisiti elencati in questa pagina.

Come avviare un tirocinio

Per avviare un tirocinio nell'ambito di Garanzia Giovani, un giovane iscritto al programma deve affidarsi a un soggetto promotore iscritto all'apposito elenco dei soggetti autorizzati dalla Regione.

I promotori autorizzati accompagnano i giovani nell’individuazione del datore di lavoro e nell'avvio del tirocinio. Anche nel caso in cui un'impresa abbia selezionato autonomamente un tirocinante, la convenzione deve essere siglata con uno dei soggetti autorizzati.

Caratteristiche dei percorsi

I tirocini possono durare da 3 a 6 mesi e non possono essere prorogati all'interno del programma Garanzia Giovani (per eventuali proroghe si fa riferimento alla legge regionale n. 7/2013). Solo per i giovani con disabilità o in condizione di svantaggio, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria e in percorsi di protezione sociale,possono durare fino a 12 mesi.

La durata di un tirocinio dipende dagli obiettivi di apprendimento previsti dal progetto formativo individuale del tirocinante.

Al termine del percorso, se il tirocinante ha raggiunto gli obiettivi formativi, riceve un attestato regionale. La valutazione viene svolta da soggetti autorizzati ad erogare il servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze (SRFC).

Indennità di frequenza

Per la propria partecipazione, il tirocinante riceve un'indennità mensile del valore minimo di 450 euro.

  • Per tutti i tirocini attivati sino al 22 maggio 2016

L’indennità mensile viene finanziata sino ad un massimo di 300 euro da Garanzia Giovani, mentre la restante parte di indennità è corrisposta direttamente dal soggetto ospitante. La quota di indennità finanziata da Garanzia Giovani viene erogata direttamente al tirocinante dall'INPS per conto della Regione, secondo le modalità indicate nella convenzione approvata con la DGR n. 1639/2014.

  • Per tutti i tirocini attivati dal 23 maggio 2016

L’indennità mensile deve essere interamente erogata dal soggetto ospitante. Poiché infatti l’Emilia-Romagna ha già impegnato i 74 milioni di euro a disposizione per l'attuazione del programma europeo Garanzia Giovani, dal 23 maggio 2016 è stato sospeso il finanziamento di 300 euro mensili dell’indennità per i tirocini, in attesa di nuove risorse per dare continuità al programma. Non è previsto nessun rimborso/recupero dell'indennità versata dal soggetto ospitante.

Come chiedere una preselezione di tirocinanti

Attraverso la propria area riservata del portale Lavoro per Te le imprese possono richiedere al Centro per l'impiego di riferimento una preselezione dei tirocinanti.

Una volta entrate nella propria area riservata, le imprese dovranno cliccare sul banner Richiesta preselezione tirocinanti Garanzia Giovani, specificando le caratteristiche salienti della propria offerta di tirocinio e il soggetto promotore scelto.

Il Centro per l'impiego invierà direttamente l'elenco dei potenziali candidati al soggetto promotore.

Per accedere alla propria area riservata è necessario effettuare prima la registrazione al portale regionale Lavoro per Te. Le imprese già iscritte dovranno semplicemente entrare con le proprie credenziali: sulla loro scrivania troveranno il banner di richiesta.

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/11/2016 — ultima modifica 11/11/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it