Garanzia Giovani

SELFIEmployment: cambiano i criteri di accesso ai finanziamenti

Potranno candidarsi anche gli iscritti a Garanzia Giovani che non hanno partecipato al percorso autoimprenditoria

A partire dal 12 settembre 2016 le domande di agevolazione al Fondo SELFIEmployment, lo strumento gestito da Invitalia per la concessione di finanziamenti a tasso zero e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, ai giovani con progetti di autoimpiego e autoimprenditorialità, potranno essere presentate anche dai giovani che hanno aderito a Garanzia Giovani indipendentemente dalla partecipazione al percorso di accompagnamento finalizzato all'autoimprenditorialità (misura 7.1 del PON IOG).

Le candidature possono essere presentate da iscritti a Garanzia Giovani in forma di:

  • imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiore a nove, associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda purché inattive;
  • imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiore a nove non ancora costituite, a condizione che si costituiscano entro 60 giorni dall’eventuale provvedimento di ammissione, come specificato al successivo articolo 14.

Le forme societarie/associative sopra elencate, devono essere costituite da persone fisiche.

In sede istruttoria, ai giovani destinatari che abbiano concluso il percorso di accompagnamento sarà attribuita una premialità di 9 punti sul punteggio complessivo che concorre alla determinazione della soglia minima di accesso al finanziamento.

Tre le linee di intervento previste:

  • microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5mila e i 25mila euro;
  • microcredito esteso, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 25.001 ed i 35mila euro;
  • piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001 ed i 50mila euro.

Le risorse provengono dai Programmi Operativi Nazionali Iniziativa Occupazione Giovani (PON IOG) e Sistemi di Politiche Attive per l'Occupazione (PON SPAO) e da Programmi Operativi Regionali, per un totale di oltre 100 milioni di euro.

Per saperne di più

L’Avviso pubblico

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/09/2016 — ultima modifica 06/09/2016
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it