Lavoro e disabilità

Lavoro e disabilità

Le iniziative della Regione per promuovere l’inserimento e la stabilizzazione delle persone con disabilità nel mercato del lavoro.

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna, come previsto dalla legge regionale sul lavoro n. 17/2005 "Norme per la promozione dell'occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro" (dall'art. 17 all'art. 22), promuove il diritto al lavoro delle persone con disabilità, fondamentale per garantire la piena cittadinanza e l’inclusione sociale di tutti i cittadini.

La Regione sostiene il lavoro delle persone con disabilità attraverso:

  • l’inserimento lavorativo, tramite il collocamento mirato, presso datori di lavoro privati e pubblici e anche con l'avviamento e il consolidamento di attività autonome;
  • l'istituzione di un fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità, che mette a disposizione risorse per progetti territoriali, compresi incentivi per le imprese che assumono lavoratori disabili;
  • la concertazione, il confronto e la partecipazione a livello regionale e provinciale delle associazioni rappresentative delle persone con disabilità e delle loro famiglie;
  • l’istituzione di una conferenza sull’inclusione lavorativa delle persone con disabilità per verificare lo stato di attuazione degli obiettivi previsti dalla legge.

I servizi di politica attiva del lavoro rivolti alle persone con disabilità sono gestiti dai Centri per l’impiego delle Province su base territoriale e sono fortemente integrati con i servizi socio sanitari.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/08/2014 — ultima modifica 03/11/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it