Lavoro e competenze

Lavoro e competenze

Le misure promosse alla Regione per aumentare le competenze delle persone e favorire il loro ingresso e la loro permanenza qualificata nel mercato del lavoro.

Cosa fa la Regione

Lavoro e competenze

La Regione promuove e finanzia, con le risorse del Fondo sociale europeo e con fondi nazionali, interventi per accompagnare le persone nelle transizioni tra la formazione e il lavoro e tra un lavoro e un altro, per aggiornare le competenze dei lavoratori, per sostenere la creazione di nuove imprese e per garantire l’inclusione sociale dei soggetti più vulnerabili. Gli interventi sono programmati in modo tale da rispondere sia ai fabbisogni delle imprese che alle esigenze delle persone, valorizzando le esperienze e le potenzialità di ciascuno, per fare del lavoro un motore di sviluppo individuale e sociale.

Per facilitare un ingresso qualificato nel mercato del lavoro dei giovani che hanno terminato il proprio percorso educativo e formativo, la Regione finanzia percorsi di orientamento e di formazione in impresa e promuove il tirocinio e l’apprendistato.

A supporto delle persone che sono in cerca di un’occupazione, promuove misure di politica attiva che forniscono competenze coerenti con le richieste del sistema economico-produttivo. Le misure , personalizzate per valorizzare le precedenti esperienze formative e professionali dei partecipanti, possono comprendere diverse azioni, tra cui l’orientamento, la formazione in aula e in impresa, l’accompagnamento al lavoro e all’avvio di un’attività autonoma.

Interventi come questi sono definiti dalla Regione anche per sostenere le imprese nei processi di cambiamento e nelle situazioni di crisi, per contrastare l’espulsione dei lavoratori dal mercato del lavoro o favorirne la ricollocazione.

Alle persone con disabilità e alle persone che per condizioni individuali, sociali ed economiche sono a rischio di marginalità sociale è destinato un sostegno mirato per l’inserimento lavorativo e l’inclusione: percorsi personalizzati di orientamento, formazione in aula e in impresa, tirocini e accompagnamento al lavoro.

Alla cosiddetta formazione continua, infine, appartengono le misure rivolte ai lavoratori dipendenti e autonomi e agli imprenditori, finalizzate a sostenere la qualificazione, la riconversione professionale e la creazione di nuove realtà imprenditoriali, a promuovere la sicurezza sul lavoro e a sostenere la competitività e l’innovazione delle imprese, con particolare attenzione ai settori strategici per lo sviluppo dell’economia regionale.

L’insieme di azioni di politica attiva del lavoro costituisce “Lavoro e competenze”, uno dei quattro segmenti di ER Educazione e Ricerca Emilia-Romagna, l'infrastruttura regionale che offre alle persone e alle imprese opportunità per acquisire conoscenze e competenze orientate alla specializzazione, all’internazionalizzazione e all’innovazione al fine di rafforzare, attraverso la qualificazione dei singoli, la competitività dei territori.

A chi rivolgersi

Servizio Programmazione delle politiche dell’istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza

Tel. 051.5273881 fax 051.5273177
ProgVal@regione.emilia-romagna.it

 

    Centri per l'impiego e sportelli del lavoro

      Azioni sul documento

      pubblicato il 2013/07/18 15:35:00 GMT+1 ultima modifica 2018-09-14T15:12:16+01:00

      Valuta il sito

      Non hai trovato quello che cerchi ?

      Piè di pagina