Cultura e competenze, beni culturali motore dello sviluppo

Nella settimana della cultura - EnERgie Diffuse - presentati i progetti finanziati dai Fondi europei

Rendere la cultura fattore centrale della competitività e dell’attrattività del territorio. Questo è un traguardo a cui la Regione Emilia-Romagna punta con particolare attenzione. La programmazione regionale dei Fondi europei Fse e Fesr 2014-2020, in continuità con quella precedente, prevede per il settore dei beni culturali una molteplicità di azioni e interventi integrati tra loro. Vanno in questa direzione i numerosi progetti presentati il 9 ottobre 2018 a Bologna da Morena Diazzi, Autorità di gestione Por Fse e Fesr, nel corso di EnERgie Diffuse, la settimana di promozione della cultura che celebra l’Anno europeo del patrimonio culturale.

Riqualificazione delle infrastrutture e creazione di nuove opportunità per le imprese, per il territorio e per le persone: l’azione sinergica della programmazione europea mette al centro città, qualità della vita, turismo sostenibile e sviluppo diffuso, creando un’osmosi tra beni culturali, imprese e competenze creative in grado di trasformare e rendere ancora più vivi le città e i territori.

La riqualificazione dei beni del patrimonio, attraverso il Por Fesr, si accompagna a una molteplicità di azioni formative attivate dal Por Fse nell’ambito della cultura, dello spettacolo, della promozione turistica.

Competenze per la cultura

Per essere un potente motore dell’economia la cultura ha bisogno di un’infrastruttura educativa che ne interpreti al meglio le esigenze, sostenendo talenti, attitudini e aspirazioni delle persone. Per questo la Regione Emilia-Romagna, con risorse del Programma operativo Fondo sociale europeo, mette a disposizione di cittadini e imprese un’offerta formativa finalizzata alla specializzazione di professionalità capaci di contaminare competenze socio-umanistiche e artistico culturali con competenze tecnologiche, per trasformare contenuti in prodotti e servizi ad alto valore aggiunto.

Cinema e audiovisivo e spettacolo dal vivo

Attraverso il Fondo sociale europeo, la Regione finanzia azioni formative per innalzare le conoscenze e competenze delle persone occupate nel settore cinematografico e sostenere l’inserimento di nuove professionalità e percorsi per fornire alle diverse figure che operano nel settore dello spettacolo alte competenze in diverse specializzazioni, dalla musica alla danza, dal teatro all’opera.

Per approndire

Beni culturali motore dello sviluppo (pdf, 1.2 MB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/10/10 19:04:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-10T19:04:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina