Europa: via libera alla riforma della legge regionale sui rapporti con l'Unione europea

L'assessore Bianchi: "Vogliamo un'Europa più umana, che metta al centro i cittadini e accresca il dialogo con le istituzioni"

In Assemblea legislativa è stato approvato l'8 maggio 2018 il nuovo testo della L.R. 16/2008 che regola la partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla formazione e attuazione del diritto dell'Unione europea, sulle attività di rilievo internazionale della Regione e sui suoi rapporti interregionali. Questo importante risultato si è raggiunto alla vigilia della Festa dell'Europa, che ricorre il 9 maggio. Tra gli obiettivi: sviluppare, soprattutto tra i giovani, il senso di appartenenza all'Unione europea e promuovere la conoscenza dei diritti e doveri dei cittadini europei.

La nuova legge intende rilanciare il progetto europeo e sviluppare il senso di appartenenza all’Europa dei cittadini e delle nuove generazioni dell’Emilia-Romagna, attraverso la conoscenza e la diffusione dei diritti e doveri che derivano dal far parte di questa comunità. Migliorare la partecipazione e la trasparenza, rafforzando le relazioni tra istituzioni regionali, dare attuazione ai principi europei per adeguare il processo di formazione legislativa.

Sono gli obiettivi della riforma della legge regionale 16 del 2008 sull'attività comunitaria, internazionale ed interregionale della Regione Emilia-Romagna, approvata dall’Assemblea legislativa. “Con questa riforma di legge vogliamo mettere al centro l’Europa dei cittadini, un’Europa più umana - ha detto in Aula l’assessore al Coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, Patrizio Bianchi. Dopo tanta ideologia sull’iperliberismo che ha fatto aumentare le disuguaglianze nemiche della democrazia, occorre un’Europa che faccia crescere il dialogo continuo delle istituzioni con i cittadini. La modifica di legge approvata alla vigilia della Festa dell’Europa, intende dare vita a una vera e propria politica di sostegno e valorizzazione dell'identità europea dei cittadini emiliano-romagnoli; anche attraverso l'organizzazione di iniziative e progetti espressamente finalizzati a promuovere la conoscenza e la diffusione dei diritti e doveri che derivano dall'essere cittadini europei”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/05/2018 — ultima modifica 21/05/2018
< archiviato sotto: , , , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it