Inaugurato a Fornovo di Taro (Pr) un polo didattico innovativo sulle nuove tecnologie 3D e la realtà virtuale

Il Fab Lab nasce a fianco dell'Istituto superiore Gadda per favorire l'interscambio tra mondo della scuola e imprese

Un polo innovativo sulle tecnologie avanzate per collegare in modo virtuoso la scuola al mondo del lavoro e delle imprese: a Fornovo di Taro, in provincia di Parma, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini ha partecipato all’inaugurazione del nuovo Fab Lab - Fabrication Laboratory - nato a fianco dell’Istituto di istruzione superiore Gadda dopo la ristrutturazione di un ex deposito abbandonato.  

La nascita del polo didattico sulle nuove tecnologie

Il nuovo Fab Lab sarà destinato alla didattica e all’applicazione delle nuove tecnologie 3D e lo sviluppo di applicativi per la realtà virtuale.

“Parliamo di un laboratorio altamente innovativo - afferma Bonaccini - dove si concretizza uno degli obiettivi che ci siamo dati con il nostro sistema formativo: coniugare il sapere con il saper fare, collegare sempre più il mondo della scuola a quello dell’impresa”.

Alla cerimonia, oltre a Bonaccini e alla sindaca Grenti, hanno partecipato anche il presidente della Provincia di Parma, Diego Rossi, e il presidente della Fondazione Cariparma, Gino Gandolfi. Nell’edificio - interamente recuperato dall’amministrazione provinciale grazie a un finanziamento di 500 mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Parma e Monte di Credito su Pegno di Busseto - sono stati ricavati un’aula multimediale per il disegno 3D, la simulazione “Cnc” (che riproduce esattamente ciò che accade in un’officina) e lo sviluppo di applicativi per la realtà virtuale. Inoltre, è stato creato un laboratorio di stampa 3D, taglio laser e robot, oltre a un terzo locale adibito a lavori di gruppo.

I laboratori verranno utilizzati durante l’orario scolastico dall’Istituto Gadda, mentre in orario extrascolastico saranno gestiti da Innovation Farm, consorzio di imprese senza scopo di lucro di cui è capofila l’azienda Dallara. Un consorzio che nasce a Fornovo dalla sperimentazione del Polo tecnico professionale della meccanica e dei materiali compositi, finanziato dalla Regione con l’obiettivo di creare un luogo in cui imparare, crescere e innovare attraverso l’incontro tra il sapere e il saper fare. Istituito nel 2013, ha coinvolto 6.500 ragazzi - tra studenti, disoccupati e neet - 200 docenti, 50 imprese, 13 scuole e 4 enti di formazione.

Il polo di Fornovo ha realizzato negli anni scorsi due edizioni del corso per disegnatore meccanico - finanziato dalla Regione con 70 mila euro - e un corso di Istruzione e formazione superiore per Tecnico di produzione dei materiali compositi per il manufacturing avanzato, finanziato con 180 mila euro di contributi regionali.

Per saperne di più

MAK-ER - I laboratori di making, digital fabrication e manifattura avanzata della Regione Emilia-Romagna

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/21 16:48:20 GMT+1 ultima modifica 2019-01-21T16:48:20+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina