Fondi europei: l’Italia centra l’obiettivo di certificazione della spesa a dicembre 2019

Tutti i 51 Programmi operativi cofinanziati da Fse e Fesr superano i target della Commissione europea. Emilia-Romagna al di sopra della media nazionale

Tutti i 51 Programmi operativi cofinanziati in Italia dal Fondo sociale europeo e dal Fondo europeo di sviluppo regionale per il periodo 2014-2020 hanno raggiunto i target di spesa previsti dalla Commissione europea. L’ha comunicato l’Agenzia per la Coesione Territoriale, rendendo disponibili i dati di certificazione delle spese sostenute presentati dalle Autorità di gestione alla Commissione alla scadenza del 31 dicembre 2019.

La spesa certificata è complessivamente pari a 15,2 miliardi di euro, di cui i 9,6 miliardi corrispondono alla domanda di pagamento all’Ue: una cifra che supera la soglia di spesa prevista per tutti i Programmi operativi alla fine del 2019, fissata a 8,4 miliardi di euro.

I risultati raggiunti dall’Emilia-Romagna sono ampiamente al di sopra della media nazionale del 113%. La domanda di pagamento del Programma operativo Fondo sociale europeo è stata di 152 milioni di euro, il 160% dell’obiettivo di 95 milioni fissato alla Commissione. Complessivamente, le spese certificate a dicembre 2019 sono state 304 milioni di euro, più del 38% della dotazione complessiva del Po Fse, pari a 786 milioni.

Anche le spese certificate dal Por Fesr dell’Emilia-Romagna si attestano sopra al 160% del target di dicembre 2019, mentre la spesa certificata è complessivamente pari a più del 40% della dotazione del programma.

Complessivamente, per i 51 Po italiani cofinanziati dal Fse e dal Fesr, la spesa certificata ha raggiunto il 28,5% del totale delle risorse programmate per il settennio 2014-2020.

Per saperne di più

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/03 12:36:00 GMT+2 ultima modifica 2020-01-17T11:34:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina