Innovazione e ricerca: torna Research to Business

L’8 e 9 giugno a Bologna viaggia tra Big data, startup, nuova industria ed economia circolare. Il 9 un incontro sugli ITS.

I Big data, la loro importanza strategica e le applicazioni industriali, come il Centro europeo per le previsioni meteorologiche del Tecnopolo di Bologna, e le nuove competenze professionali necessarie per affrontare la quarta rivoluzione industriale. Sono i temi centrali del salone internazionale della ricerca industriale e dell’innovazione, R2B (Research to Business), in programma a Bologna l'8 e 9 giugno, evento organizzato da Regione Emilia-Romagna, Aster, BolognaFiere in collaborazione con Smau..

Un’edizione con ben 40 startup innovative in mostra e 54 progetti di ricerca industriale realizzati dai laboratori della Rete alta tecnologia emiliano-romagnoli. E ancora, in vista del G7 Ambiente di Bologna, focus sull’economia circolare con le migliori pratiche in Emilia-Romagna.

Una due giorni che prevede più di 100 workshop, 150 espositori, convegni e incontri per scoprire l’ecosistema regionale dell’innovazione al servizio delle imprese. Nella parte espositiva saranno presenti 40 startup innovative e i 54 progetti di ricerca industriale realizzati dai laboratori della Rete alta tecnologia con le imprese e finanziate dai recenti bandi regionali. Questi progetti innovativi sono stati sostenuti con circa 64 milioni di euro di investimenti, quasi 45 milioni dei quali erogati dalla Regione.

Al taglio del nastro del salone (giovedì alle ore 10) saranno presenti: Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, Franco Boni, presidente BolognaFiere, Palma Costi, assessore regionale alle attività produttive, Patrizio Bianchi, assessore regionale all’università, ricerca e lavoro, Francesco Ubertini, rettore dell’Università di Bologna, Fabio Rangoni, Presidente Aster e Pierantonio Macola, presidente Smau.

Al convegno di apertura, “Big Data, Industria 4.0 e società del futuro” (ore 10.30 sala 1) Guido Romeo, giornalista del Sole24Ore, intervista il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, sui temi delle politiche regionali a sostegno del digitale e delle strutture di ricerca e i centri di supercalcolo che fanno dell’Emilia-Romagna la regione europea con la maggiore potenza di calcolo. Chiuderà i lavori della mattinata il ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti.

Venerdì mattina alle ore 11 è in programma il workshop “ITS2B: Istruzione Tecnica Superiore per portare l’innovazione in impresa”, dedicato al sistema regionale degli ITS cofinanziato da Regione, Ministero dell'Istruzione e Fondo sociale europeo, con Claudio Biasetti, Responsabile Area Progettazione Cisita Parma, Alessandra Raggi, Consulente aziendale e docente, e Luca Boetti, Responsabile Progetti Europei IFOA. Moderatore Roberto Franchini, giornalista.

Una panoramica sul mondo della formazione e sulla necessità di adeguare l’offerta formativa alle esigenze dell’industria 4.0, sarà infine presentata all’interno del convegno “Competenze 4.0: persone, tecnologie, organizzazioni” dove verrà illustrato il report dell’Ocse sulle sfide e le opportunità delle trasformazioni digitali (ore 14.30, sala 1).

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/06/2017 — ultima modifica 09/06/2017
< archiviato sotto: , , , , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it