Sistema regionale delle qualifiche

Operatore Socio Sanitario

Definizione del profilo professionale e ambiti di impiego della qualifica di OSS in Emilia Romagna.

L’Operatore Socio Sanitario (OSS) svolge attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l'autonomia, nonché l'integrazione sociale.

L'OSS rappresenta, in Emilia-Romagna, l'unica figura dedicata alle attività di assistenza di base, indispensabile per lavorare all'interno del sistema dei servizi socio-assistenziali, socio-sanitari e sanitari, anche nel caso in cui alcuni di essi siano gestiti da Cooperative Sociali. Esistono infatti norme regionali sull’accreditamento dei servizi che richiedono obbligatoriamente la presenza di personale in possesso della qualifica di OSS.

Le disposizioni specifiche per la formazione e per il conseguimento della qualifica, individuate dalla Regione, tengono conto sia della normativa nazionale che regolamenta il profilo e la formazione dell'OSS (Accordo siglato dalla Conferenza Stato-Regioni il 22/02/2001), sia del proprio contesto normativo di riferimento in tema di istruzione, formazione e lavoro (Legge Regionale n. 12/2003).

La qualifica, presente nel Repertorio regionale delle qualifiche, è definita in termini di standard di competenze professionali e di standard formativi, che costituiscono il riferimento per la progettazione e la realizzazione delle attività formative e per la successiva certificazione da parte dei soggetti accreditati/autorizzati dalla Regione.

Come conseguire la qualifica

In Emilia-Romagna la qualifica di OSS si consegue frequentando percorsi formativi attuati dai soggetti accreditati/autorizzati dalla Regione. I percorsi formativi sono differenziati, in termini di durata e contenuti, a seconda delle caratteristiche dei destinatari, come indicato di seguito:

  • adulti residenti o domiciliati sul territorio regionale, in possesso o meno di pregresse esperienze professionali/formative coerenti con la qualifica OSS;

  • studenti degli istituti professionali iscritti al terzo anno del percorso di “Tecnico dei servizi socio sanitari” che aderiscono alla sperimentazione avviata con il Protocollo di Intesa tra Regione e Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia-Romagna siglato nel 2015.

Alle persone che possiedono già entrambe le qualifiche di Addetto all’Assistenza di Base (ADB), conseguita esclusivamente in Regione Emilia Romagna, e di Operatore Tecnico Addetto all’Assistenza (OTAA), conseguita ai sensi della normativa nazionale specifica, è riconosciuta automaticamente l’equipollenza alla qualifica di OSS, con possibilità di rilascio, su richiesta del singolo, della relativa certificazione da parte dell’Amministrazione regionale (DGR 2083/2005).

Spendibilità della qualifica OSS

La qualifica OSS è rilasciata esclusivamente dai soggetti accreditati e specificamente autorizzati dalla Regione. Per quanto presente tra le qualifiche regionali, discende dalla normativa nazionale prevista dall'Accordo in Conferenza Stato Regioni sancito il 22 febbraio 2001 e per tale motivo è spendibile per l'esercizio delle attività di assistenza di base su tutto il territorio nazionale. Consente la partecipazione ai concorsi pubblici (in sanità o nel settore socio-sanitario pubblico), nonché l'inserimento lavorativo nei servizi socio-sanitari qualora essi siano soggetti a regole regionali che richiedono obbligatoriamente la presenza della qualifica OSS, come avviene in Emilia Romagna.

È opportuno segnalare che i titoli e/o le attestazioni rilasciati da Istituti/Enti privati, non accreditati e non autorizzati dalla Regione a erogare la formazione non sono equiparabili alla qualifica di OSS, né hanno il valore e la spendibilità sopra citata.

Per saperne di più

Normativa regionale di riferimento

  • Delibera di GR n. 911 del 13/07/2015 - Approvazione schema di protocollo di intesa tra Regione Emilia-Romagna e Ufficio Scolastico Regionale per l'Emilia-Romagna per l'avvio sperimentale di attività formative finalizzate all'acquisizione della qualifica di Operatore socio-sanitario (OSS), da attuarsi presso le istituzioni scolastiche autonome dell'Emilia-Romagna ad indirizzo socio-sanitario
  • Delibera di GR n. 739/2013 - Modifiche e integrazioni al sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze di cui alla DGR n. 530/2006
  • Delibera di GR n. 191/2009 -  Disposizioni per la formazione dell'Operatore Socio Sanitario in attuazione della L.R. 12/2003 e approvazione dei relativi standard professionali e formativi
  • Delibera di GR n. 464/2008 - Disposizioni per riconoscimento delle competenze professionali possedute da cittadini stranieri in ambito sanitario al fine del conseguimento della qualifica OSS e recepimento del Doc concordato in Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sui criteri per la predisposizione dei relativi percorsi complementari
  • Delibera di GR n. 2083/2005 - Rilascio dell'attestato di qualifica OSS ai possessori del doppio titolo OTA-ADB - integrazione delibera di GR n. 1980/2002
Azioni sul documento
Pubblicato il 03/08/2011 — ultima modifica 11/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it