Fondo sociale europeo

Comitato di Sorveglianza

Il Comitato di Sorveglianza è l’organismo previsto dalle norme comunitarie per accertare la qualità e l’efficacia dell’attuazione del Programmi Operativi dei Fondi strutturali.

Sedute

Funzioni

Convocato almeno una volta all'anno, il Comitato di Sorveglianza svolge le funzioni previste dall’art. 110 del Regolamento UE n. 1303/2013.

Esamina:

  • ogni aspetto che incide sui risultati del Programma Operativo;

  • i progressi realizzati nell'attuazione del piano di valutazione e il seguito dato ai risultati delle valutazioni;

  • l'attuazione della Strategia di Comunicazione;

  • l'esecuzione dei grandi progetti;

  • l'attuazione dei piani d'azione comuni;

  • le azioni intese a promuovere la parità tra uomini e donne, le pari opportunità, la non discriminazione, compresa l'accessibilità per persone con disabilità;

  • le azioni intese a promuovere lo sviluppo sostenibile;

  • se del caso, le condizionalità ex ante non sono soddisfatte alla data di presentazione dell'accordo di partenariato e del programma operativo, lo stato di avanzamento delle azioni volte a soddisfare le condizionalità ex ante applicabili;

  • gli strumenti finanziari.

Esamina e approva:

  • la metodologia e i criteri usati per la selezione delle operazioni;

  • le relazioni di attuazione annuali e finali;

  • il piano di valutazione del Programma Operativo ed eventuali modifiche dello stesso, anche quando uno dei due è parte del piano di valutazione comune a norma dell'articolo 114, paragrafo 1;

  • la Strategia di Comunicazione per il Programma Operativo ed eventuali modifiche della stessa;

  • eventuali proposte di modifiche al Programma Operativo presentate dall'Autorità di Gestione.

  • Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza del PO Fse 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Componenti

I componenti del Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Fondo sociale europeo (PO FSE) 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna sono:

  • l’Assessore al coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro (Presidente);

  • l’Autorità di Gestione del PO FSE 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna;

  • un rappresentante del Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato – Ispettorato Generale per i Rapporti Finanziari con l’Unione Europea (IGRUE);

  • un rappresentante della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Agenzia per la Coesione Territoriale;

  • un rappresentante del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali;

  • un rappresentante della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità;

  • un rappresentante del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;

  • un rappresentante del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali;

  • un rappresentante dell’Autorità di Gestione del PO FESR della Regione Emilia-Romagna;

  • un rappresentante dell’Autorità di Gestione del PO FEASR;

  • un rappresentante dell’Autorità di Audit del PO FSE;

  • un rappresentante dell’Autorità di Certificazione del PO FSE;

  • un rappresentante di ciascun Comune di cui alle Aree Urbane: Bologna, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini;

  • un rappresentante per ciascuna Amministrazione Provinciale e un rappresentante della Città metropolitana di Bologna;

  • un rappresentante della V Commissione Assembleare Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport;

  • un rappresentante della Commissione consultiva sulla cooperazione sociale (LR n. 12/2014);

  • un rappresentante dell’A.R.P.A. Emilia-Romagna;

  • un rappresentante dell'Ufficio scolastico regionale;

  • un rappresentante della Conferenza Regione-Università (LR n. 6/2004);

  • un rappresentante di ciascuna componente della Commissione Regionale Tripartita (LR n. 12/2003);

  • un rappresentante della Conferenza regionale del terzo settore (LR n. 3/1999 e smi);

  • un rappresentante degli organismi individuati dalla DGR n. 992/2014 “Programmazione Fondi SIE 2014-2020 - Piano di coinvolgimento degli organismi antidiscriminazione, di parità di genere e di tutela dei diritti delle persone con disabilità per il soddisfacimento delle condizionalità exante generali”;

  • un rappresentante della A.d.G. del Fondo Sviluppo e Coesione;

  • un rappresentante del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici per le funzioni a questo attribuite ai sensi della normativa nazionale e dalle disposizioni regionali.

Soggetti invitati

Sono invitati permanenti al Comitato di Sorveglianza, a titolo consultivo:

  • un rappresentante della Commissione Europea – Direzione generale Occupazione, Affari sociali e inclusione;

  • un rappresentante di ciascuna Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali:

    • Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - PON “Per la Scuola - competenze e ambienti per l’apprendimento”;

    • Ministero del lavoro e delle politiche sociali - PON “Inclusione”;

    • Ministero del lavoro e delle politiche sociali -PON “Sistemi di politiche attive per l'occupazione” e PON “Iniziativa Occupazione Giovani”;

    • Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica – PON “Governance e Capacità Istituzionale”;

    • Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica: PON “Città metropolitane 2014-2020”;

    • un rappresentante di Tecnostruttura delle regioni per il FSE

Atti amministrativi

  • Comitato di sorveglianza POR F.S.E. 2014-2020. Aggiornamento delle designazioni effettuate dagli organismi componenti di cui alla determinazione n. 3365/2017 - Determinazione n. 9862 del 20/06/2017
  • Comitato di sorveglianza POR F.S.E. 2014-2020. Aggiornamento delle designazioni effettuate dagli organismi componenti di cui alla determinazione n. 7783/2016 - Determinazione n. 3365 del 07/03/2017
  • Comitato di Sorveglianza POR F.S.E. 2014-2020. Aggiornamento delle designazioni effettuate dagli organismi componenti di cui alla Determinazione n. 6878/2015 - Determinazione n. 7783 del 13/05/2016
Azioni sul documento
Pubblicato il 22/05/2015 — ultima modifica 30/06/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it