Tirocini

Tirocinanti

I tirocini extracurriculari possono essere svolti dagli utenti che hanno i requisiti previsti dalla legge regionale.

Destinatari

Possono accedere a una delle tipologie di tirocinio disciplinate dalla Regione i seguenti utenti:

DESTINATARITIPOLOGIA DI TIROCINIO
Persone che hanno conseguito un titolo studio al massimo da 12 mesi A) Tirocinio formativo e di orientamento
(max 6 mesi)
Inoccupati, disoccupati, lavoratori in mobilità e in cassa integrazione B) Tirocinio di inserimento/reinserimento al lavoro
(max 1 anno)
Persone con disabilità e in condizione di svantaggio,  richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale o umanitaria, persone in percorsi di protezione sociale C) Tirocinio formativo o di inserimento/reinserimento
(max 1 anno con eventuali deroghe)
Persone prese in carico dai servizi sociali e/o sanitari D) Tirocinio finalizzato all'inclusione sociale
(max 2 anni con eventuali deroghe)
Iscritti a Garanzia Giovani fino ai 29 anni che hanno assolto il diritto dovere all’istruzione e alla formazione professionale
Tirocinio previsto nell'ambito del programma Garanzia Giovani
(max 6 mesi)

Procedure di attivazione

Per attivare un tirocinio è necessario che il datore di lavoro disposto a ospitare il tirocinante stipuli con un soggetto promotore un'apposita convenzione e che insieme redigano per il tirocinante un progetto formativo individuale, in cui si stabiliscono gli obiettivi di apprendimento del percorso, con riferimento agli standard di capacità e conoscenze del sistema regionale delle qualifiche.

Il tirocinante deve approvare e firmare il proprio progetto formativo, attraverso l'apposita piattaforma online attiva dal 16 marzo 2015 sul portale Lavoro per Te (per farlo deve essere iscritto al portale e abilitato ai Servizi Amministrativi).

Svolgimento del tirocinio

Durante il percorso, al tirocinante deve essere garantito l'accesso alle conoscenze e capacità necessarie a raggiungere gli obiettivi stabiliti nel progetto formativo. Un tutor, nominato dal soggetto promotore, è incaricato, a tal fine, di seguire gli aspetti didattici e organizzativi del tirocinio.

A tutti i tirocinanti sono inoltre garantite l'assicurazione contro gli infortuni e per responsabilità civile verso terzi e una formazione idonea sulla prevenzione ambientale e antinfortunistica.

Il tirocinante ha diritto a ricevere dal datore di lavoro un'indennità di partecipazione di almeno 450 euro al mese.

Nel caso in cui riceva già prestazioni a sostegno del reddito (es.cassa integrazione), non riceve l'indennità ma gli è riconosciuto il rimborso delle spese sostenute. Per i tirocini di tipologia C e D sono previste deroghe in merito all’indennità.

Il tirocinante ha inoltre diritto a sospendere il tirocinio per maternità, malattia o infortunio per un periodo pari o superiore a un terzo della sua durata complessiva e comunque per non più di 6 mesi.

Certificazione delle competenze

Per verificare che gli obiettivi formativi dei tirocini vengano effettivamente conseguiti, la Regione finanzia per ciascun tirocinio il servizio di certificazione e formalizzazione delle competenze acquisite (SRFC).
Prima di iniziare il tirocinio, il tirocinante deve scegliere quale soggetto certificatore, fra quelli autorizzati, svolgerà il servizio.
Al termine del percorso, il servizio viene erogato e il tirocinante riceve un attestato regionale (“Scheda Capacità e Conoscenze”).

Per i tirocini di tipologia D, il servizio di SRFC viene erogato solo se nel progetto formativo sono inserite competenze tecnico-professionali.

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/03/2015 — ultima modifica 15/10/2015
Avviso

Dal 16 marzo 2015 cambiano le modalità per compilare e inviare alla Regione convenzione e progetto formativo per l’attivazione di un tirocinio. La nuova procedura si svolge online sul portale Lavoro per Te.

Piattaforma gestione tirocini

 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it