Invito a presentare operazioni per la formazione degli imprenditori complementare/integrativa alla formazione finanziata dai Fondi Interprofessionali

Allegato 3 alla Delibera di GR n. 413 del 10/04/2012
Stato
Chiuso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Scuole, università, enti di formazione
Data di pubblicazione 10/04/2012
Scadenza termini partecipazione 31/12/2014
Chiusura procedimento 31/12/2014
Consulta gli approfondimenti

Con la Delibera di GR n. 413/2012 la Regione Emilia-Romagna ha approvato il “Piano per l'accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa”, in attuazione del "Patto per la crescita intelligente, sostenibile, inclusiva" siglato il 30 novembre 2011 con l’UPI, l’ANCI, l’UNCEM e la Lega Autonomie regionali, Unioncamere, le Associazioni Imprenditoriali e le Organizzazioni Sindacali regionali, ABI e il Forum del Terzo Settore.
Con il Patto, le istituzioni e le parti sociali hanno convenuto che la piena occupazione e la qualità del lavoro sono la base della crescita economica, individuando le direttrici dei futuri interventi in materia, ora tradotte in un Piano operativo di intervento.

Il presente Invito è tra le prime procedure di evidenza pubblica che danno attuazione al Piano, un intervento straordinario che riguarda i giovani e le imprese e accompagna, integra e completa l’investimento nelle politiche educative della Regione Emilia-Romagna in questo particolare momento di crisi.

Con il presente invito si intende perseguire gli obiettivi generali di cui all’Accordo tra Regione Emilia–Romagna e Parti Sociali siglato in data 24/01/2008 per la qualificazione della formazione continua. In particolare, l’obiettivo è di sperimentare una modalità che risponda al bisogno dei lavoratori dipendenti e degli imprenditori, in particolare delle piccole e micro imprese, di sviluppare la propria adattabilità, attraverso un’offerta formativa che valorizzi le specificità delle diverse fonti di finanziamento regionali, nazionali e comunitarie e dei Fondi Interprofessionali in un’ottica di complementarietà.

Tenendo presente la natura delle attività oggetto del presente invito, le operazioni si configurano come Aiuti di Stato e devono quindi rispettare le normative comunitarie in materia.
I riferimenti regionali sono i seguenti:
- DGR 332/2007 con la quale la regione ha disciplinato gli aiuti di Stato di importanza minore (de minimis) in attuazione del Regolamento CE 1998/2006;
- DGR n. 1915/2009 che modifica la DGR n. 1968/2008 “Approvazione nuovo regime di aiuti alla formazione a seguito del Regolamento (CE) N. 800/2008”.
La scelta tra le opzioni disponibili deve essere chiaramente esplicitata all'atto della presentazione della candidatura.

 

Azioni finanziabili
Saranno finanziate azioni di formazione continua rivolte agli imprenditori al fine di permettere che, nelle organizzazioni di lavoro, ed in particolare nelle piccole e micro imprese, ci sia una crescita complessiva e coerente delle competenze tecnico professionali di tutti i lavoratori. In particolare, la formazione dovrà essere rivolta agli imprenditori che, ricorrendo alle risorse dei Fondi Interprofessionali, investono nell’aggiornamento e nel miglioramento delle competenze tecnico professionali dei propri dipendenti.
Sarà data priorità alle azioni volte a sostenere processi di conciliazione vita lavoro delle donne.

 

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni
Possono presentare la propria candidatura i soggetti di cui alla delibera di GR n. 177/2003 e s.m.i. In particolare, gli organismi accreditati ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione per l’ambito “Formazione continua e permanente”. Gli organismi misti dovranno indicare l’intenzione di costituirsi in A.T.I. indicando specificatamente i ruoli, le competenze e la suddivisione finanziaria dei singoli soggetti.

 

Risorse
Le risorse disponibili per la realizzazione delle iniziative afferenti al presente invito sono pari ad euro 200.000.
L’importo massimo finanziabile per ciascuna operazione non potrà essere superiore a euro 50.000 e comunque non superiore al 25% dell’importo delle azioni formative coerenti/complementari, nei contenuti e negli obiettivi formativi attesi, alla formazione dei dipendenti di cui ai Piani formativi finanziati dai Fondi Interprofessionali.

 

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni
Le Operazioni dovranno essere compilate attraverso l’apposita procedura applicativa web, disponibile all’indirizzo https://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/sifer, e dovranno essere inviate per via telematica a partire dal 23 maggio 2012 fino all’esaurimento delle risorse disponibili.
Dopo l’invio telematico, la richiesta di finanziamento, completa degli allegati previsti, dovrà essere stampata, firmata dal Legale Rappresentante e spedita a mezzo di raccomandata postale entro il giorno successivo alla presentazione telematica delle Operazioni.

 

Tempi ed esiti delle istruttorie
Gli esiti delle valutazioni e delle selezioni delle operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti approvate, di norma, entro 30 giorni dalla data di presentazione.


Il Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Francesca Bergamini, Responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Direzione Cultura, Formazione e Lavoro.
Per informazioni è possibile contattare il Servizio inviando una e-mail all’indirizzo progval@regione.emiliaromagna.it

Materia: Istruzione e formazione | Lavoro

Documentazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/04/09 23:00:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-09T08:44:05+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina