Formazione regolamentata

Personale addetto all'acquisto e utilizzo professionale di prodotti fitosanitari

 

    Formazione regolamentata

    Requisiti di ammissione

    • Maggiore età;

    Durata minima

    • 20 ore per il rilascio dell’abilitazione
    • 12 ore per il rinnovo dell’abilitazione

    L’obbligo di frequenza è di almeno il 75% del monte ore complessivo

    Contenuti

    Corso finalizzato rilascio dell’abilitazione:

    -       legislazione nazionale e comunitaria relativa ai prodotti fitosanitari e alla lotta obbligatoria contro gli organismi nocivi;

    -       pericoli e rischi associati ai prodotti fitosanitari:

    a) modalità di identificazione e controllo;

    b) rischi per operatori, consumatori, gruppi vulnerabili e residenti o che entrano nell’area trattata;

    c) sintomi di avvelenamento da prodotti fitosanitari, interventi di primo soccorso, informazioni sulle strutture di monitoraggio sanitario e accesso ai relativi servizi per segnalare casi di incidente;

    d) rischi per le piante non bersaglio, gli insetti benefici, la flora e la fauna selvatiche, la biodiversità e l’ambiente in generale;

    e) rischi associati all’impiego di prodotti fitosanitari illegali (contraffatti) e metodi utili alla loro identificazione;

    -       strategie e tecniche di difesa integrata, di produzione integrata e di contenimento biologico delle specie nocive nonché principi di agricoltura biologica. Informazioni sui principi generali e sugli orientamenti specifici per coltura e per settore ai fini della difesa integrata, con particolare riguardo alle principali avversità presenti nell’area;

    -       valutazione comparativa dei prodotti fitosanitari, con particolare riferimento ai principi per la scelta dei prodotti fitosanitari che presentano minori rischi per la salute umana, per gli organismi non bersaglio e per l’ambiente;

    -       misure per la riduzione dei rischi per le persone, gli organismi non bersaglio e l’ambiente;

    -       corrette modalità di trasporto, di stoccaggio dei prodotti fitosanitari, di smaltimento degli imballaggi vuoti e di altro materiale contaminato e dei prodotti fitosanitari in eccesso (comprese le miscele contenute nei serbatoi), in forma sia concentrata che diluita;

    -       corretto uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e misure di controllo dell’esposizione dell’utilizzatore nelle fasi di manipolazione, miscelazione e applicazione dei prodotti fitosanitari;

    -       rischi per le acque superficiali e sotterranee connessi all’uso dei prodotti fitosanitari e relative misure di mitigazione. Idonee modalità per la gestione delle emergenze in caso di contaminazioni accidentali o di particolari eventi meteorologici che potrebbero comportare rischi di contaminazione da prodotti fitosanitari;

    -       attrezzature per l’applicazione dei prodotti fitosanitari:

    a) gestione e manutenzione delle macchine irroratrici, con particolare riferimento alle operazioni di regolazione (taratura);

    b) gestione e manutenzione delle attrezzature per l’applicazione di prodotti fitosanitari e tecniche specifiche di irrorazione (ad esempio irrorazione a basso volume e ugelli a bassa deriva);

    c) rischi specifici associati all’uso di attrezzature portatili, agli irroratori a spalla e le relative misure per la gestione del rischio;

    -       aree specifiche ai sensi degli articoli 14 e 15 del decreto legislativo n. 150/2012;

    -       registrazione delle informazioni su ogni utilizzo dei prodotti fitosanitari.

    -       corretta tenuta dei registri dei trattamenti di cui all’art. 16 comma 3 del decreto legislativo n. 150/2012;

    -       corretta interpretazione delle informazioni riportate in etichetta e nelle schede di sicurezza dei prodotti fitosanitari, finalizzata ad una scelta consapevole e ad un impiego appropriato, nel rispetto della salvaguardia ambientale, della tutela della salute e della sicurezza alimentare;

    -       modalità di accesso e conoscenza delle informazioni e servizi a supporto delle tecniche di difesa integrata e biologica messi a disposizione dalle strutture regionali o provinciali;

    -       conoscenze relative all’applicazione delle tecniche di prevenzione e di contenimento degli organismi nocivi, basate sui metodi non chimici;

    -       conoscenze dei rischi ambientali e dei rischi per operatori, residenti e popolazione o gruppi vulnerabili, connessi all’uso dei prodotti fitosanitari, nonché i rischi derivanti da comportamenti errati;

    -       modalità di riconoscimento dei sintomi di avvelenamento ed acquisizione delle conoscenze sugli interventi di primo soccorso;

    -       norme a tutela delle aree protette e indicazioni per un corretto impiego dei prodotti fitosanitari nelle medesime aree ed in altre aree specifiche.

    Aggiornamento finalizzato al rinnovo dell’abilitazione:

    -       acquisizione delle conoscenze relative alle eventuali modifiche delle norme riguardanti i processi di utilizzo dei prodotti fitosanitari, con particolare riferimento alla mitigazione dei rischi per la salute e per l’ambiente e all’applicazione dei metodi di lotta integrata e biologica;

    -       conoscenza degli agenti, dei sintomi e della terapia delle nuove emergenze fitosanitarie;

    -       conoscenza dei nuovi prodotti e delle tecniche innovative con particolare riferimento a quelle a minore impatto ambientale.

    Indicazioni metodologiche

    Considerato che gli utilizzatori professionali possono essere sia agricoli che extra-agricoli, nell’ambito dei percorsi formativi dedicati agli utilizzatori devono essere previste unità didattiche che tengano conto delle specifiche mansioni correlate alle due diverse tipologie professionali.

    Tenuto conto delle caratteristiche degli utilizzatori professionali coinvolti nell’attività formativa è raccomandata una metodologia formativa attiva, da realizzarsi attraverso l’alternanza di lezioni teoriche e di momenti di esercitazioni pratiche, da effettuarsi anche con l’ausilio di specifico materiale didattico.

    Considerato inoltre l’elevato numero di utenti da attendersi, in particolare in occasione delle scadenze per il rinnovo delle abilitazioni degli utilizzatori professionali, possono essere autorizzate edizioni corsuali con gruppi classe numerosi.

    Attestato rilasciato

    • Corso finalizzato al rilascio abilitazione:    Attestato di frequenza  (su richiesta dell'interessato).
    • Aggiornamento finalizzato al rinnovo abilitazione:   Attestato di frequenza  (su richiesta dell'interessato).

    Soggetti attuatori

    • Soggetti formatori accreditati ai sensi delle disposizioni previste dalla DGR 105/2010;
    • Altri soggetti formatori non accreditati, sulla base del regime autorizzativo previsto dalla L.R. 12/2003, art. 34. L'autorizzazione sarà rilasciata dall'Amministrazione competente per territorio, secondo quanto previsto dalla citata DGR 105/2010 al punto 11.2.;
    • Gli ordini e i collegi professionali del settore agrario possono essere autorizzati ad organizzare e gestire i corsi, limitatamente ai propri iscritti, in analogia con i soggetti attuatori accreditati. Per tali soggetti l’autorizzazione riguarderà la conformità del progetto formativo e non i requisiti soggettivi.

    Informazioni esame

    Requisiti di accesso
    Frequenza del corso di formazione regolamentata (minimo 75%).

    Possono accedere direttamente all’esame, senza l’obbligo di frequenza del corso di formazione, i soggetti in possesso di diploma di istruzione superiore di durata quinquennale o di laurea, anche triennale, nelle discipline agrarie e forestali, biologiche, naturali, ambientali, chimiche, farmaceutiche, mediche e veterinarie.

    Nomina della Commissione
    Amministrazione provinciale - Agricoltura.

    Componenti della Commissione

    Tre esperti nelle materie oggetto del corso.

    Contenuti della prova

    • Pericoli connessi alla detenzione, conservazione, manipolazione ed utilizzazione dei prodotti fitosanitari e dei loro coadiuvanti;
    • modalità per un corretto uso degli stessi;
    • relative misure precauzionali da adottare;
    • elementi fondamentali per un corretto impiego da un punto di vista sanitario, agricolo ed ambientale.

    Tipologia di prova

    • somministrazione di test con quesiti a risposta chiusa;
    • colloquio orale;

    Attestato rilasciato
    Abilitazione all’acquisto e utilizzo di prodotti fitosanitari (ex “patentino”).
    L’abilitazione è valida per 5 anni ed è rinnovabile presso la stessa Amministrazione competente al rilascio  (l’abilitazione rimane valida 6 mesi oltre data di scadenza, purché la richiesta di rinnovo sia effettuata entro la data di scadenza naturale).

    Amministrazione competente al rilascio
    Amministrazione provinciale – Agricoltura.

    Normativa e atti amministrativi di riferimento

    Regionali

    • Delibera di GR n. 1722 del 27/10/2014 (pdf710.83 KB) “Nuove disposizioni per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni alla vendita, all'acquisto e per la consulenza sull'impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura. D.lgs. 150/2012”
    • Delibera di GR n. 1298/2015 - Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014/2020

    Comunitari e nazionali

     

      Le informazioni presenti in questa scheda hanno un esclusivo carattere divulgativo e conoscitivo. Non sono in alcun modo sostitutive degli atti normativi ed amministrativi ivi indicati, a cui in ogni caso si rimanda.

      Azioni sul documento

      pubblicato il 2014/01/30 12:35:00 GMT+1 ultima modifica 2021-02-05T12:19:49+01:00

      Valuta il sito

      Non hai trovato quello che cerchi ?

      Piè di pagina