Interventi per l'occupazione

Progetti per lo sviluppo delle aree interne

Percorsi di formazione e di orientamento al lavoro e misure di contrasto alla dispersione scolastica finanziati dalla Regione a favore dei territori.

In tutta Italia le aree interne, lontane dalle grandi città e dalle arterie di comunicazione e costituite perlopiù da piccoli centri, sono sempre più soggette allo spopolamento, alla riduzione dei servizi e all’impoverimento del tessuto economico-produttivo. Per contrastare questa tendenza, nell’ambito della programmazione dei fondi europei del periodo 2014-2020 l’Agenzia nazionale per la coesione territoriale ha messo a punto una strategia di sviluppo per i territori a rischio di marginalità.

Le aree interne dell’Emilia-Romagna beneficiarie della Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) sono 4, per un totale di 71 comuni: Alta Valmarecchia, Appennino Emiliano, Appennino Piacentino-Parmense, Basso Ferrarese. 

Per ogni area è stata definita una strategia di sviluppo locale, ognuna delle quali si fonda su una idea-guida che definisce le linee di sviluppo di quel particolare territorio:

  • Alta Valmarecchia: Paesaggi da Vivere - Per coniugare bellezza e qualità ecologica del paesaggio come driver di cambiamento e crescita economica della vallata
  • Appennino emiliano: La Montagna del latte - Per innovare e accrescere il valore aggiunto della filiera del Parmigiano
  • Appennino piacentino-parmense: Appennino Smart - Per nuove idee per un territorio effettivamente unitario, attrattivo, sicuro
  • Basso ferrarese: Fare ponti - Per creare collegamenti materiali e immateriali a supporto dello sviluppo e per riattivare i legami di comunità.

In aggiunta alle risorse nazionali per l’attuazione della SNAI, la Regione ha scelto di investire ulteriori risorse sulle aree interne, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la base produttiva e incrementare le opportunità di lavoro. Per finanziare percorsi di formazione e di orientamento al lavoro e misure di contrasto alla dispersione scolastica, ha messo a disposizione quasi 2,7 milioni di euro del Programma operativo Fondo sociale europeo 2014-2020.

A fine 2019, nelle aree sono stati programmati complessivamente 88 interventi, per quasi 70 milioni di euro di risorse complessive. 

Bandi finanziati dal Fse

Per saperne di più

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/30 15:14:58 GMT+1 ultima modifica 2020-03-30T15:14:58+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina