Fondo sociale europeo

Comitato di sorveglianza

Il Comitato di sorveglianza del POR 2007-2013 obiettivo 2 Competitività regionale e occupazione, insediatosi ufficialmente giovedì 31 gennaio 2008 a Bologna, è l’organismo previsto dalle norme comunitarie con il compito di accertare la qualità e l’efficacia dell’attuazione del Programma.

Convocato almeno una volta, è presieduto dall’assessore regionale al Lavoro e formazione ed è composto dalla Commissione dell’Unione Europea, dai ministeri competenti in materia, dalle Province emiliano-romagnole, dalle parti sociali regionali, dalla Consigliera regionale di Parità e dal rappresentante delle Direzioni generali regionali responsabili della Programmazione dei fondi strutturali.

Il Comitato di sorveglianza assolve i seguenti compiti:

  • esamina e approva, entro 6 mesi dall’approvazione del Programma operativo, i criteri di selezione delle operazioni finanziate ed approva ogni revisione di tali criteri, secondo le necessità di programmazione;
  • viene informato sui risultati della verifica di conformità ai criteri di selezione effettuata dall’Autorità di gestione sulle operazioni avviate prima dell’approvazione di detti criteri;
  • valuta periodicamente i progressi compiuti nel conseguimento degli obiettivi specifici del Programma operativo, sulla base dei documenti presentati dall’Autorità di gestione;
  • esamina i risultati dell’esecuzione, in particolare il conseguimento degli obiettivi fissati per ogni asse prioritario, nonché le valutazioni di cui all’articolo 48.3 del Regolamento (CE) del Consiglio n. 1083/2006;
  • esamina ed approva i rapporti annuali e finali di esecuzione prima della loro trasmissione alla Commissione Europea;
  • è informato in merito al rapporto annuale di controllo e alle eventuali osservazioni espresse a riguardo dalla Commissione Europea in seguito all’esame del rapporto;
  • può proporre all’Autorità di gestione qualsiasi revisione o esame del programma operativo di natura tale da permettere il conseguimento degli obiettivi dei fondi o di migliorarne la gestione, compresa quella finanziaria;
  • esamina ed approva qualsiasi proposta di modifica inerente al contenuto della decisione della Commissione relativa alla partecipazione dei fondi;
  • è informato del piano e delle attività di informazione, di comunicazione e di pubblicità;
  • svolge attività di sorveglianza anche sulle forme di intervento a titolarità della Regione Emilia-Romagna relative al periodo di programmazione 2000-2006.

Sedute

Azioni sul documento

pubblicato il 2009/10/02 17:25:00 GMT+2 ultima modifica 2017-03-27T12:14:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina