Convegno Il futuro della Tecnica. Il futuro del Lavoro.

I recenti processi della globalizzazione, caratterizzati dallo stretto intreccio tra avanzamento dell’ICT e finanziarizzazione dell’economia, stanno vivendo un’altra accelerazione. Una nuova ondata tecnologica sta arrivando e la frammentazione della catena del valore che in questi ultimi 40 anni ha riguardato prevalentemente l’ambito della produzione di beni si prevede che farà un ulteriore salto: oltre a continuare a coinvolgere il mondo manifatturiero arriverà fortemente anche nel mondo dei servizi. Il mondo del lavoro cambierà in modo ancor più veloce. Molti lavori spariranno, dei nuovi sappiamo ancora poco o nulla.
Nuovi problemi ci stanno davanti e, in una complessità crescente, si sovrapporranno con problemi antichi. Sarà un futuro senza lavoro o un futuro senza fatica?
I conflitti e le disuguaglianze in che direzione andranno?
Si può orientare il cambiamento? E se si, in quali direzioni cercare di andare? E come? Come dovremmo attrezzarci e come essere proattivi per far sì che possano accadere cose desiderate e attese e non rischiare di essere ridotti a parte servente di un apparato guidato da pochissimi che si autodetermina a prescindere dalle nostre volontà / bisogni?
L’intento del convegno è quello di proporre una riflessione che possa essere caratterizzata da un "approccio aperto", che non sia schiacciato a priori né su un entusiasmo sfrenato o acritico e neppure su un pessimismo catastrofista/apocalittico.

Una riflessione che vuole puntare a 2 obbiettivi:
approfondire la conoscenza della realtà in cui ci stiamo immergendo e del rapporto tra tecnologie e lavoro per meglio comprendere la traiettoria: dal "dove siamo" al "verso dove potremmo andare".
Per avere più consapevolezza e senso critico dei nuovi problemi /opportunità dei cambiamenti da affrontare.
• identificare le criticità e le possibili direzioni/modalità con cui possiamo cercare di governare il cambiamento. Ci sono da affrontare temi nuovi in cui aspetti tecnologici e sociali si intrecciano strettamente, ma non tutto è determinato dalle sole tecnologie. Sono temi decisivi per costruire un vivere più civile, dove l'intelligenza umana è ancora necessaria e non è sostituibile da quella artificiale.

Struttura del convegno
- Intervento introduttivo Quale futuro per il lavoro?
4 sessioni:

1. Come è cambiato/ sta cambiando/ cambierà il rapporto tra scienza e tecnica. Qual’è l’impatto sul lavoro e quali implicazioni si possono percepire e di cui è fondamen-tale tener conto?
2. Come cambia il lavoro nei vari settori. In particolare: quali caratteristiche sta assumendo questa società post-industriale e quali trasformazioni stanno arrivando nei servizi?
3. Quale cultura d’impresa e quali politiche industriali per facilitare l’innovazione e governare il cambiamento?
4. Lavoro e società. Quali effetti sul tempo di lavoro e sulla distribuzione della ricchezza? Tempo di lavoro e tempo di non lavoro: alienazione / autorealizzazione e ozio

- Considerazioni conclusive

Il programma (pdf480.42 KB) dell'evento

Per partecipare è richiesta la registrazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/11/20 18:32:59 GMT+2 ultima modifica 2018-11-20T18:32:59+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina