Creare Futuro, via ai percorsi formativi nel settore culturale e creativo

Il piano finanziato dalla Regione si rivolge prioritariamente alle persone dei territori colpiti dal sisma del 2012.

Si chiama Creare Futuro, è il piano costituito da 6 progetti formativi per lo sviluppo di competenze dall’alto contenuto innovativo nel settore delle Industrie culturali e creative (Icc) dedicato ai territori colpiti dal terremoto del maggio 2012. Lo ha presentato Ater Formazione, insieme ad un’ampia rete di partner.

“Un programma di intervento complesso, risultato di un processo di confronto con le parti sociali e con le istituzioni, che si è posto l’obiettivo di costruire e trasferire conoscenze e competenze nuove e innovative per accompagnare un territorio, le persone e le imprese, in un percorso di ricostruzione e ripresa che guarda all’innovazione e al futuro – ha detto l’assessore alla formazione e al lavoro Patrizio Bianchi - Lo sviluppo delle competenze e delle imprese legate alle Industrie culturali e creative costituisce un fattore strategico per la competizione, perché consente di riposizionare verso innovazione e sostenibilità la qualificazione dei territori”.

Il Piano è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con parte del contributo di solidarietà delle Regioni italiane, costituito da risorse del Fondo sociale europeo (Delibera di Giunta 1142/2013), che ha complessivamente finanziato 209 azioni di formazione e lavoro per le persone e le imprese dei Comuni colpiti dal sisma del maggio scorso e da cui stanno per nascere 520 percorsi formativi per oltre 13 mila potenziali destinatari.

Il Piano è costituito da 6 operazioni formative, rivolte prioritariamente alle persone dei territori colpiti dal sisma, con l’obiettivo di creare competenze richieste dal mercato del lavoro odierno, formando operatori in grado di dare input innovativi ai settori tradizionali attraverso nuove tecniche di comunicazione d’impresa e nuovi media.

Le attività laboratoriali previste offrono ai partecipanti l’opportunità di incontrare le aziende del territorio, collaborando con esse a progetti sviluppati ad hoc. I percorsi formativi spaziano dallo studio approfondito dei linguaggi della comunicazione e delle tecnologie multimediali a quello delle performing arts, del cinema e dell’organizzazione di eventi culturali; comprende corsi a tempo pieno per giovani non occupati, ma anche laboratori specialistici di sviluppo manageriale per professionisti.
Al termine del percorso è previsto un periodo di mobilità all’estero per 40 persone tra quelle che avranno frequentato con successo i corsi.
Sono già aperte le iscrizioni al corso di Istruzione, Formazione tecnica superiore (Its) “Tecnico della produzione multimediale per la comunicazione” (scheda), al percorso formativo di “Documentare” (scheda), co-progettato con Aranciafilm e con la direzione artistica di Giorgio Diritti, e al percorso formativo di “Coltivare immaginari” (scheda).

 

Per saperne di più

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/11/19 17:20:00 GMT+1 ultima modifica 2022-09-09T08:41:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina