Youz, la Regione lancia il primo Forum dei giovani in vista delle nuove opportunità dell'Europa in Emilia-Romagna

La vicepresidente Schlein: "Lanciamo uno spazio dove ascoltare speranze e paure per costruire un futuro diverso"

La Regione ascolta i giovani. Per conoscerne, attraverso le loro voci, paure, disagi, obiettivi, sogni e speranze. A partire dal territorio in cui vivono e dal contesto in cui si sviluppano le loro relazioni, problemi, sogni e aspirazioni.

Con questi obiettivi prende il via da Bologna, giovedì 24 giugno 2021 alle ore 16, Youz – Forum giovani, il percorso di partecipazione e confronto condotto dalla vicepresidente della Regione e assessore alle Politiche giovanili, Elly Schlein, con tutti i soggetti - istituzionali e no, pubblici e privati - che in Emilia-Romagna si occupano di giovani in molteplici ambiti: educativo, formativo, lavorativo, sociale, sanitario, aggregativo, ricreativo, sportivo, religioso e culturale. 

Il percorso porterà alla definizione di specifiche Linee guida per disegnare le politiche giovanili della Regione Emilia-Romagna, a breve e lungo termine - a partire dall’attuale legge regionale n. 14 del 2008 - in grado di realizzare interventi e progetti calibrati a favore dei giovani, e renderli pienamente protagonisti delle grandi opportunità offerte dal Next Generation Eu e dalla nuova programmazione 2021-2027 dei Fondi europei.

Per raccogliere il contributo fattivo dei giovani ai grandi temi dei nuovi orientamenti dell’Europa, sul piatto i documenti su cui attualmente si declina la Programmazione europea in Emilia-Romagna: Patto per il Lavoro e per il Clima, Programma di mandato, Strategia regionale per lo Sviluppo sostenibile Agenda 2030.

Nell’ambito del lancio di Youz sono state invitate più di 8mila persone, tra stakeholder e i giovani aderenti youngERcard. Un viaggio in più tappe, che da Bologna, proseguirà a Modena, l’8 luglio 2021 alle 20,30 al Parco Enzo Ferrari; poi sarà la volta di Parma, Cesena e Bagnacavallo, le cui date sono in via di definizione. Il Forum terminerà a Bologna, in ottobre, con un grande evento finale.

Al centro degli incontri partecipativi locali - in presenza o online – quattro macroaree tematiche e obiettivi chiave che coinvolgono il futuro delle nuove generazioni: dall’inclusione all’ambiente e cambiamenti climatici, dal sapere all’innovazione.

Per facilitare la più ampia adesione al forum la Regione ha messo a disposizione tutti gli strumenti necessari per organizzare e comunicare eventi collaborativi spontanei diffusi su tutto il territorio, con il contributo dei Fondi europei Por Fse e Por Fesr 2014-2020. Si tratta in particolare di una piattaforma on-line dedicata, oltre a uno specifico kit per agevolare i partecipanti nella partecipazione attiva alla discussione. Il kit comprende documenti di discussionelinee guida e indicazioni tecniche per collegarsi e intervenire ai lavori, suggerimenti su metodi di lavorolinee guida per i social per creare sinergia nella comunicazione tra Comuni, altri partner e Youz.

Il commento della vicepresidente Schlein, che ha voluto il Forum

“Nasce il primo forum dei giovani dell’Emilia-Romagna, nasce dopo un anno difficilissimo per loro, che ha visto fortemente limitare la loro socialità e capacità di esprimersi, sottolinea la vicepresidente e assessora alle Politiche giovanili, Elly Schlein. L’obiettivo è duplice: da un lato fare emergere, attraverso le loro voci, paure, disagi, che si sono acuiti nel periodo della pandemia, ma anche i loro obiettivi, sogni e speranze; dall’altro coinvolgerli in prima persona nelle future politiche di questa regione, che li riguardano da vicino. Del resto, il monito a investire sui giovani arriva direttamente dall’Unione europea, che si è espressa in modo puntuale in tal senso, e noi vogliamo muoverci in questo solco, sentendo le loro opinioni e proposte su temi che davvero potranno avere ricadute sul futuro della loro vita. Tenere conto delle indicazioni - chiude la vicepresidente - che emergeranno durante i diversi incontri, consentirà a noi amministratori di stabilire un approccio coordinato fra le progettualità molto ampie inserite nei programmi regionali legati al PNRR e alla nuova programmazione 2021-2027 dei Fondi strutturali”.

Il calendario degli eventi e i temi

Dopo l’evento di apertura si prosegue a Modena il giorno 8 luglio 2021 alle 20,30 al Parco Enzo Ferrari (MO) sui temi Make it fairER - Emilia-Romagna Regione d’Europa (sviluppo integrato, aree interne, trasparenza, servizi, partecipazione, prossimità, rigenerazione urbana, accessibilità); Parma con Make it closER - Emilia-Romagna Regione d’Europa (inclusione sociale, lavoro di qualità, parità di genere, LLBTQI, giovani, sport, cultura, pace, legalità, diritto alla casa, lotta alle diseguaglianze); Cesena con Make it greenER- Emilia-Romagna Regione d’Europa (emergenza climatica, efficienza energetica, decarbonizzazione, rinnovabili, economia circolare, rifiuti, acqua, aria, biodiversità, mobilità sostenibile, consumo di suolo, cura del territorio, sensibilizzazione, stili di vita); Bagnacavallo, con Make it smartER - Emilia-Romagna Regione d’Europa (ricerca, innovazione, competenze, scuola, formazione, startup, talenti, creatività, internazionalizzazione, digitalizzazione); e, infine, di nuovo Bologna, con l’evento finale a fine ottobre.

Come partecipare al Forum e seguire l’evento di apertura

Dal 24 giugno 2021 sarà online la piattaforma dedicata al percorso partecipativo youz.emr.it, su cui ragazze e ragazzi potranno, in seguito, continuare ad avere aggiornamenti sul Forum Youz e aderire agli appuntamenti.

Contenuti correlati

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/23 19:06:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-24T10:17:23+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina