Rete politecnica

Istituti tecnici superiori (ITS)

Gli Istituti tecnici superiori (ITS) sono le nuove scuole di tecnologia dell’Emilia-Romagna, che formano tecnici altamente specializzati, richiesti dalle imprese dei settori strategici dell’economia regionale.

Gli ITS sono Fondazioni costituite da scuole, enti di formazione, università e imprese che collaborano alla progettazione e realizzazione dei percorsi formativi.

La collocazione delle Fondazioni ITS è provinciale, ma la logica a cui ciascun ITS sottende è quella regionale. Ciascun ITS deve saper rispondere alle esigenze delle persone e ai fabbisogni formativi di tutte le imprese del territorio regionale  e deve collaborare  con tutte le Fondazioni della rete mettendo a disposizione eccellenze, esperienze e competenze.

L'Associazione Scuola Politecnica ITS dell’Emilia-Romagna

A gennaio 2021 è nata l'Associazione Scuola Politecnica ITS dell'Emilia-Romagna, un nuovo strumento di sviluppo e azione condivisa da parte delle sette Fondazioni di Istruzione Tecnica Superiore che si pone come interlocutore di riferimento per la Regione, gli enti locali, le Università, il sistema scolastico e formativo, le imprese, i centri di innovazione e gli attori sociali territoriali.

Tra gli obiettivi dell’Associazione: il potenziamento del rapporto con il sistema produttivo e le università, anche in termini di progettazione dell’offerta formativa e per creare ancora maggiori opportunità di stage internazionali.

Caratteristiche dei percorsi

I percorsi realizzati dagli Istituti tecnici superiori, alternativi all'università ma ad essa collegati, durano 2 anni e si articolano in 4 semestri, per una durata complessiva di 1.800/2.000 ore.

Gli ITS sono finalizzati a formare Tecnici superiori che siano in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo dell’Emilia-Romagna, portando nelle imprese competenze altamente specialistiche e capacità d'innovazione. Tra i docenti vi è, infatti, una presenza significativa di professionisti provenienti dal mondo del lavoro e, nel corso del biennio, gli studenti devono obbligatoriamente svolgere un tirocinio, anche all’estero.

I percorsi si rivolgono a giovani e adulti in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore (il numero minimo previsto è di 20 partecipanti per ogni percorso) e, per iscriversi, è necessario sostenere e superare una prova di accesso.

A conclusione del percorso, a seguito di una verifica finale, si consegue il diploma di Tecnico superiore valido a livello nazionale, con l’indicazione dell’area tecnologica e della figura nazionale di riferimento, che consente l’accesso ai concorsi pubblici e alle università con il riconoscimento di crediti formativi universitari.

Per saperne di più

      Azioni sul documento

      pubblicato il 2012/02/10 12:35:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-27T16:40:34+02:00

      Valuta il sito

      Non hai trovato quello che cerchi ?

      Piè di pagina