Garanzia Giovani

FAQ

Domande e risposte per gli operatori
  • È possibile attivare o certificare un tirocinio da parte di un soggetto promotore diverso dall’ente titolare dell’operazione o da parte di un soggetto della rete?
    Le misure relative al tirocinio sono remunerabili solo se il tirocinio stesso è promosso e certificato dal soggetto titolare dell’operazione.

  • Come si presenta una domanda di rimborso Mono-misura?
    È possibile in sifer selezionare un solo progetto/misura nel momento della compilazione della DDR, dopo l’inserimento del periodo di maturazione, in questo modo si escludono automaticamente gli altri progetti/misure.
  • Corsi compatibili con stato di NEET
    È compatibile con lo stato di NEET la partecipazione a corsi di aggiornamento e/o di formazione (anche online o in FAD) contestualmente allo svolgimento delle attività di una misura di Garanzia Giovani, qualora siano rispettate tutte le seguenti condizioni:
  1. il corso non preveda il rilascio di certificazioni formative;
  2. il corso non permetta l’acquisizione/il riconoscimento di crediti formativi spendibili per successivi percorsi di istruzione e formazione;
  3. la regolare frequenza del corso risulti conciliabile con le attività previste dalle singole misure “in trattamento” ovvero non ne rischi di pregiudicare il corretto svolgimento.
  • È necessaria la presenza del genitore per gli utenti minorenni?
    Una volta concordate le misure con il CPI non è più necessaria la presenza del genitore a meno che per qualche motivo chieda di essere presente, il ragazzo/a può firmare il diario di bordo.
  • Qual è la durata del programma individuale?
    Il programma di servizio ha una durata massima di 6 mesi dalla sottoscrizione, tale durata risulta prorogata a 12 mesi qualora, entro la fine del sesto mese, venga attivato un tirocinio di cui alla Misura 5. La misura 3 deve essere attivata entro massimo entro 30 giorni dal termine del programma di servizio.
  • Come prosegue il programma di servizio che è stato prorogato con lo stesso Ente Attuatore?
    In questo caso non è possibile ripetere le misure già svolte prima della proroga del programma ma è possibile continuare l’orientamento e la formazione fino a completamento dei plafond di ore ancora disponibili secondo quanto stabilito dalla DGR 1921/2019 per le varie misure.
  • È possibile attivare tirocini con svantaggio in Garanzia Giovani?
    È possibile attivare un tirocinio svantaggio per gli utenti disabili e svantaggiati ai sensi alla legge 381/91.   È necessario che il tirocinio sia inserito su Lavoro per te da parte del soggetto titolare dell’operazione e autorizzato con fascia.
    In questo caso l'indennità è finanziata con risorse pubbliche nell’operazione approvata, all'interno del programma Garanzia Giovani.
  • È ammessa la proroga del tirocinio nel programma GG?
    La proroga del tirocinio è ammessa all'interno del programma di Garanzia Giovani entro il limite massimo di durata del tirocinio previsto dall’avviso (6 mesi oppure 12 per persone disabili o svantaggiate ai sensi della L. 381/91) ed è considerata ai fini della determinazione della remunerazione della misura di Promozione del tirocinio nonché per il riconoscimento dell’eventuale indennità e della misura di certificazione delle competenze.
    È possibile inserire in SIFER la data di termine del tirocinio comprensivo della proroga (il sistema non blocca ma avvisa che la data di termine è differente da quella della prima CO)
  • È possibile lo svolgimento di un secondo tirocinio all’interno del programma GG?
    Nel caso in cui un tirocinio non si realizzi completamente, e quindi non venga rendicontato e nemmeno inserito in domanda di rimborso, è possibile l'attivazione di un secondo tirocinio per lo stesso utente, in azienda diversa, nell'ambito dello stesso programma di servizio; è inoltre possibile l'inserimento in SIFER e la relativa rendicontazione, se il tirocinio è regolarmente approvato e svolto dal soggetto titolare dell’operazione.
  • Sono rimborsabili tirocini di cui alla misura 5 e contratti di assunzione di cui alla misura 3 se effettuati presso organismi/enti della pubblica amministrazione?
    Pur non consentendo un successivo inserimento lavorativo negli enti stessi, in quanto l’accesso avviene tramite concorso pubblico, eventuali periodi di tirocinio presso enti pubblici sono ammessi ai fini del riconoscimento della promozione (Misura 5) in quanto se ne riconosce la valenza formativa anche per successive occasioni di lavoro.
    Sulla base dello stesso principio secondo cui l’accesso lavorativo presso la PA debba avvenire mediante concorso (art. 97 Cost.), la Misura 3 “Accompagnamento al lavoro” finalizzata all’inserimento lavorativo non è remunerata nei casi di attivazione di contratti di lavoro stipulati con Pubbliche Amministrazioni.
  • È possibile per un utente svolgere il tirocinio fuori regione nell’ambito del programma Garanzia Giovani?
    NON È POSSIBILE se entrambe sede legale e sede operativa non si trovano nel territorio della Regione Emilia-Romagna.

    È POSSIBILE se almeno una sede, sede legale o sede operativa, si trova sul territorio della Regione Emilia-Romagna - ma si deve optare per le regole della Regione Emilia-Romagna utilizzando la modulistica approvata dalla stessa e registrare il tirocinio in Emilia-Romagna
  • Le remunerazioni della misura 3 e della misura 5 sono alternative?
    Solo nel caso di sottoscrizione di contratto di lavoro nella stessa azienda in cui è stato svolto il tirocinio, è remunerabile in alternativa:
    - La misura 3 “Accompagnamento al lavoro “se il contratto è sottoscritto entro 30 giorni dal termine del tirocinio (non deve essere inserito il flag promozione tirocinio)
    - La misura 5 “promozione tirocinio” se il contratto di lavoro è sottoscritto oltre 30 giorni dal termine del tirocinio (in questo caso viene inserito il flag relativo alla promozione sempreché sia raggiunta la frequenza obbligatoria)
    - La remunerazione della misura 3 è sempre prevista quando il contratto di lavoro è sottoscritto in azienda diversa da quella in cui è stato svolto il tirocinio.
  • Gestione delle date termine e del flag promozione per il rimborso di un tirocinio misura 5 - promozione
    Si rammenta che i tirocini devono essere sempre caricati tutti in SIFER SA e che per ognuno deve essere inserita la data di fine tirocinio (copiandola con il tasto copia CO; tale data potrà essere successivamente modificata in caso di proroga o sospensione del tirocinio).
    - I tirocini non possono essere chiesti a rimborso prima di 30 giorni dal loro termine al fine di controllare se è stata attivata una misura 3 “accompagnamento al lavoro” presso la stessa azienda.
    - Si evidenzia che non è possibile effettuare compensazioni fra i rimborsi delle misure 3 e 5 in quanto nella rendicontazione ad ANPAL le misure devono essere rendicontate separatamente.
    - Dopo aver aggiornato le date di termine tirocinio non devono essere richiesti a rimborso ovvero non devono essere flaggati in SIFER SA (no flag promozione ovvero importo richiesto pari a zero) i tirocini per i quali si è attivata entro 30 giorni, all’interno del programma e presso la stessa azienda, una misura 3 (accompagnamento al lavoro) o non spettanti per altri motivi specifici.

  • Quando è possibile richiedere a rimborso la misura 3?

    è possibile chiedere a rimborso la misura 3:
    1. se per gli stessi utenti per i quali si richiede la remunerazione sono state inserite le ore di colloquio della misura 1 nel primo progetto e caricato il correlato giustificativo “scheda di esito orientamento specialistico”
    2. se per gli stessi utenti sono stati inseriti i dati nel progetto 5 del tirocinio
    3. Se sono stati caricati gli allegati obbligatori correlati alla misura 3 (scaricabili al seguente link: https://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/garanzia-giovani/allegati/operatori/modulistica; ovvero: 
    - Informativa datore di lavoro
    - Modello dichiarazione operatore
    - Relazione delle attività svolte e dei risultati raggiunti)

  • Quale remunerazione è prevista per la misura 3?
    Per la misura 3 è prevista una remunerazione come indicato nella tabella della DGR 1921/2019 (Allegato 1 – Misura 3), differenziata sulla base del profiling e della tipologia del contratto sottoscritto;
    Sarà remunerato il contratto con la remunerazione più alta, in caso di successione di contratti di tipologia diversa senza soluzione di continuità, se sottoscritto entro 30 giorni dalla scadenza del programma di servizio individuale - si veda DGR  430/2021;
    L’importo della remunerazione non è visualizzabile in automatico su SIFER, ma deve essere inserito manualmente dall’ente attuatore.

  • Remunerazione della misura 2A
    La remunerazione della misura 2-A è riconosciuta:

    1) 70% A PROCESSO: sulla base delle ore di servizio formativo erogato, solo dopo la conclusione del percorso e l’inserimento in SIFER della chiusura dell’attività per lo specifico partecipante. (durata minima di 15 ore e massima di 50 ore con la possibilità di momenti di formazione congiunta fino a un massimo di 3 partecipanti). Si raccomanda di inserire in SIFER entro la “data fine periodo di maturazione” indicata nella Domande di Rimborso solo le ore di esperto relative a percorsi formativi completati e chiusi per ciascun partecipante. Una volta inviata la DDR non sarà più possibile inserire ore aggiuntive di formazione da remunerare.
    Devono essere caricate dall’ente in SIFER web al fine del controllo delle ore (MIN 15 – MAX 50) la “SCHEDA DI REGISTRAZIONE DELLE PRESENZE” debitamente compilata e vidimata con i loghi e firme previste. In SIFER SA, gli enti devono allegare il progetto formativo.

    2) 30% A RISULTATO: collegata all’inserimento in SIFER di un documento che attesti la collocazione della persona secondo quanto indicato nel bando entro 120 giorni dal termine dell'attività formativa (cioè data di chiusura del partecipante) nel caso specifico l’ente deve allegare in SIFER SA comunicazione del numero della CO.

  • Nella progettazione della Misura 2A, in funzione del fabbisogno formativo degli utenti, è possibile prevedere più percorsi?
    Possono essere previsti più percorsi su diverse tematiche, con un max di 3 partecipanti, fino a raggiungere le 50 ore max remunerabili per utente. L’abbinamento dei partecipanti può variare nell’ambito dei diversi percorsi, ogni partecipante può svolgere parte del proprio monte ore in gruppi diversi o individualmente sulla base dei fabbisogni formativi che emergono ai fini di un potenziale inserimento lavorativo.

  • Remunerazione della misura 7.1
    La remunerazione della misura 7.1 è riconosciuta:

    - 70% A PROCESSO: in base alle effettive ore di formazione/accompagnamento svolte documentate su schede di registrazioni presenze regolarmente vidimate. Indicare in SIFER solo le ore esperto per attività concluse per ciascun partecipante. Una volta creata una DDR non sarà più possibile modificare le ore esperti per partecipante.
    - 30% A RISULTATO: entro 60 giorni dal termine delle attività, avendo inserito la data di termine in SIFER per il partecipante, nonché allegata la seguente documentazione:
      - business plan
      - documento di accompagnamento; Si specifica che il documento di accompagnamento consiste in un attestato di partecipazione al percorso di accompagnamento di cui alla misura 7.1 del PON IOG, laddove sostenuto, da rilasciare ai partecipanti.

    Azioni sul documento

    pubblicato il 2021/12/15 12:59:03 GMT+1 ultima modifica 2021-12-15T12:59:03+01:00

    Valuta il sito

    Non hai trovato quello che cerchi ?

    Piè di pagina