Tirocini

Tirocini

Le competenze della Regione sui tirocini extra curriculari, le caratteristiche del tirocinio in Emilia-Romagna e le indicazioni su come attivarlo.

Cosa fa la Regione

Il tirocinio è uno degli strumenti che la Regione promuove per supportare l’inserimento lavorativo delle persone, in particolare dei giovani, e per sostenere le loro scelte professionali. Non si tratta di un rapporto di lavoro ma di una modalità formativa che fa acquisire nuove competenze attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro.

La Regione si impegna a vigilare sul corretto utilizzo del tirocinio, per contrastare i possibili utilizzi elusivi di questo strumento. La vigilanza viene rafforzata, per prevenire ogni abuso, attraverso una più stretta connessione con le Direzioni regionali e territoriali del Ministero del Lavoro.

La Regione disciplina le seguenti tipologie di tirocinio extracurriculare, con caratteristiche, durata e destinatari diversi:

  • A) tirocinio formativo e di orientamento, rivolto a chi ha conseguito un titolo studio da non più di 12 mesi;
  • B) tirocinio di inserimento/reinserimento al lavoro, rivolto a inoccupati, disoccupati, persone in mobilità;
  • C) tirocinio per persone con disabilità e in condizione di svantaggio;
  • D) tirocinio finalizzato all'inclusione sociale, all'autonomia delle persone e alla riabilitazione.

Quest’ultima tipologia di tirocinio è stata introdotta nel 2015, con un Accordo tra Stato e Regioni. In Emilia-Romagna si può promuovere dal 1° ottobre, data di entrata in vigore della legge regionale n. 14/2015 per l'inclusione sociale, che l’ha inserita tra le misure di politica attiva a sostegno delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità.

La legge regionale prevede che in Emilia-Romagna ai tirocinanti sia attribuita un’indennità di almeno 450 euro al mese.

I tirocini devono essere regolati da un’apposita convenzione, stipulata tra il soggetto che ospiterà il tirocinante (un datore di lavoro pubblico o privato) e un soggetto promotore (ad esempio un ente di formazione, una scuola, un’università, un Centro per l’impiego), garante della regolarità e della qualità del percorso.

Poiché il tirocinio è prima di tutto un’esperienza formativa, ciascun percorso si deve basare su un progetto formativo individuale che ne stabilisca gli obiettivi di apprendimento. Per garantire la qualità della formazione e la sua omogeneità su tutto il territorio, la Regione prende a riferimento per la progettazione dei tirocini le qualifiche del Sistema regionale (SRQ).

Prima dell'avvio di un tirocinio, la Regione riceve dal soggetto promotore la convenzione e il progetto formativo, in base ai quali svolge le necessarie verifiche amministrative sulla regolarità e conformità dei percorsi con la normativa regionale vigente.
Dal 16 marzo 2015
compilazione, firma e invio di convenzione e progetto si svolgono interamente online, sull'apposita piattaforma dedicata ai tirocini nel portale Lavoro per Te.

Al termine di un percorso di tirocinio, per verificare che gli obiettivi siano stati effettivamente conseguiti, le conoscenze e le capacità acquisite dal tirocinante sono documentate e valutate. Tutti i tirocini avviati dal 1° settembre 2014 si concludono al tal fine con il servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze (SRFC), finanziato dalla Regione ed erogato da appositi organismi accreditati.
Se la certificazione ha esito positivo, viene rilasciato al tirocinante un
attestato regionale, la “Scheda Capacità e Conoscenze”.

A chi rivolgersi

Tirocini

Tirocini per l'inclusione sociale (tipologia D)

Piattaforma online per l’attivazione di tirocini

Occorre sempre specificare nell’oggetto della mail "Piattaforma tirocini"

Tirocini per cittadini stranieri residenti all'estero

 

Centri per l'Impiego e sportelli del lavoro

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/11/2015 — ultima modifica 02/09/2016
Avviso

Dal 16 marzo 2015 cambiano le modalità per compilare e inviare alla Regione convenzione e progetto formativo per l’attivazione di un tirocinio. La nuova procedura si svolge online sul portale Lavoro per Te.

Piattaforma gestione tirocini

 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it