Operazioni formative e di politica attiva a supporto dell'inserimento e della permanenza nel lavoro delle persone con disabilità 2016

Fondo regionale per l'occupazione delle persone con disabilità - Delibera di GR n. 230 del 22/02/2016, Allegato 1
Stato
Chiuso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Scuole, università, enti di formazione
  • Soggetti accreditati
Data di pubblicazione 24/02/2016
Scadenza termini partecipazione 30/03/2016 12:00
Chiusura procedimento 16/05/2016
Consulta gli approfondimenti

L'invito intende dare prima attuazione a quanto previsto dal Piano delle attività 2016 del Fondo regionale per l'occupazione delle persone con disabilità L.R. 17/2005, approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 102 del 1 febbraio 2016, rendendo disponibili opportunità e misure di politica attiva del lavoro finalizzate ad accompagnare le persone disabili verso l’inserimento, il reinserimento o la permanenza nel mercato del lavoro.

Obiettivi specifici

Rendere disponibili alle persone disabili iscritte al collocamento mirato percorsi comprendenti azioni orientative, formative e di accompagnamento finalizzate all’inserimento, al reinserimento e alla permanenza nel mercato del lavoro.

Destinatari

Persone iscritte al collocamento mirato, prese in carico dai servizi per l’impiego, con la stipula di un patto di servizio, comprendente le misure di politica attiva del lavoro di cui alla DGR n. 1988/2009 e al D. Lgs n.150 del 24 settembre 2015.

L’individuazione dei destinatari delle misure da erogare sarà a cura dei servizi per l’impiego (ufficio collocamento mirato). I nominativi saranno inoltrati al soggetto attuatore per l’attivazione dei percorsi previsti nel patto di servizio.

Azioni finanziabili

Potranno essere candidate operazioni che, nell’integrazione e articolazione dei diversi progetti, rendano disponibili le seguenti misure:

  1. misure orientative

  1. percorsi formativi

    • di alfabetizzazione informatica;

    • per la ricerca attiva lavoro;

    • per la prevenzione e la sicurezza propedeutici all’attivazione di un tirocinio;

    • per l'acquisizione di competenze trasversali utili a favorire l'inserimento e la permanenza nel contesto lavorativo;

  1. percorsi di formazione aventi a riferimento il sistema regionale delle qualifiche nonché il sistema regionale di formalizzazione e certificazione;

  2. promozione e tutoraggio di tirocini;

  3. servizio di formalizzazione delle competenze in esito ai tirocini;

  4. accompagnamento per l'attivazione di un contratto di lavoro;

  5. attività di sostegno alle persone disabili nei contesti lavorativi;

  6. attività di sostegno alle persone disabili nei contesti formativi.

Le operazioni devono configurarsi come attuative di un “Piano di intervento territoriale” che abbia a riferimento un bacino di utenza dei servizi per l'impiego, coincidente con una delle otto Province dell'Emilia-Romagna o con la Città Metropolitana di Bologna.

Soggetti ammessi alla presentazione delle operazioni

Potranno candidare operazioni organismi accreditati per l’ambito della “Formazione superiore” e per l’ambito “Utenze Speciali” ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento per tali ambiti al momento della presentazione dell’operazione.

I soggetti dovranno essere autorizzati all’attività di intermediazione di cui agli artt. 4 e 6 del D.Lgs n.276/03 dal Ministero del Lavoro. Nel caso in cui un soggetto non sia autorizzato all'intermediazione, potrà candidarsi esclusivamente in partenariato attuativo con un soggetto autorizzato, pena la non ammissibilità.

Risorse

9,3 milioni di euro Fondo Regionale Disabili, così ripartiti:

Azione 1 - Città Metropolitana di Bologna: 1.300.000

Azione 2 - Provincia di Ferrara: 1.350.000

Azione 3 - Provincia di Forlì-Cesena : 600.000

Azione 4 - Provincia di Modena: 1.000.000

Azione 5 - Provincia di Parma: 900.000

Azione 6 - Provincia di Piacenza: 1.000.000

Azione 7 - Provincia di Ravenna: 1.250.000

Azione 8 - Provincia di Reggio Emilia: 1.200.000

Azione 9 - Provincia di Rimini: 700.000

Modalità e termini per la presentazione delle operazioni

Le operazioni devono essere compilate attraverso la procedura applicativa web disponibile all’indirizzo https://sifer.regione.emilia-romagna.it a partire dal 01/03/2016 e dovranno essere inviate alla Pubblica Amministrazione per via telematica entro e non oltre le ore 12.00 del 30/03/2016, pena la non ammissibilità

Dopo l’invio telematico, la richiesta di finanziamento - completa degli allegati previsti e del Piano di intervento in originale, debitamente sottoscritto -deve essere stampata, firmata e inviata alla Regione nelle modalità e nei termini previsti dal bando, pena la non ammissibilità. In caso di consegna a mano o tramite corriere, la documentazione dovrà pervenire entro le ore 13.00 del giorno successivo alla scadenza telematica e potrà essere recapitata nei seguenti orari: lun-ven h 9.00-13.00).

Tempi ed esiti delle istruttorie

Gli esiti delle valutazioni delle operazioni presentate saranno sottoposti all’approvazione degli organi competenti entro 90 giorni dalla data di scadenza del presente Invito.

Termine per l’avvio delle operazioni

Le azioni dovranno essere immediatamente cantierabili.


Il Responsabile del procedimento è Francesca Bergamini Responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Direzione Cultura, Formazione e Lavoro.

Per informazioni: progval@regione.emilia-romagna.it

Materia: Istruzione e formazione

Atti di approvazione

Atti di finanziamento

Documentazione

Altra documentazione

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina