Misure formative rivolte ai giovani NEET - Piano di attuazione regionale Garanzia Giovani

Delibera di Giunta regionale n. 1285 del 25/07/2022, Allegato 1
Stato
Chiuso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Scuole, università, enti di formazione
  • Soggetti accreditati
Data di pubblicazione 01/08/2022
Scadenza termini partecipazione 20/09/2022 12:00
Chiusura procedimento 17/10/2022

Finanziamenti

Approvazioni

Presentazione candidatura

Obiettivi

L’Invito intende rendere disponibile un’offerta diffusa rivolta ai giovani NEET che possa agire in chiave di proattività, di orientamento alle scelte, di sviluppo di capacità e conoscenze su aspetti e temi fondamentali per un concreto inserimento sociale e professionale dei giovani. Un intervento, quindi, sulle competenze dei giovani che, corrispondendo interessi e propensioni individuali, possa sostenere i giovani nella costruzione e attivazione di percorsi formativi e professionali, promuovendo il loro protagonismo e la loro più ampia autonomia.

L’offerta formativa selezionata in esito all’Invito concorre, nello specifico, a dare piena attuazione al Piano regionale di attuazione del Programma nazionale Iniziativa Occupazione Giovani ponendosi in complementarietà con le opportunità a oggi disponibili e costituite da percorsi personalizzati integrati - misure orientative, formative e di accompagnamento al lavoro - e con le opportunità che saranno rese disponibili in attuazione del Piano regionale di attuazione del Programma Garanzia occupabilità dei lavoratori (GOL).

L’offerta formativa, in particolare, deve corrispondere alle aspettative delle persone e ai fabbisogni di competenze del sistema economico e produttivo, promuovendo lavoro di qualità e garantendo le competenze necessarie a un’economia più verde, inclusiva e digitale con particolare attenzione agli ambiti della Strategia di specializzazione intelligente. 

Destinatari

I potenziali destinatari delle opportunità formative candidate a valere sull’Invito sono i giovani NEET che avranno aderito al Programma Garanzia Giovani e avranno sottoscritto un Patto di servizio che ricomprenderà unicamente la misura 2° Formazione mirata all’inserimento lavorativo.

I giovani, al momento della sottoscrizione del Patto di servizio presso i Centri per l’Impiego, dovranno scegliere l’ente di formazione professionale accreditato e la relativa offerta formativa, nell’ambito dell’elenco approvato in esito all’Invito, disponibile anche attraverso materiali informativi, così che le informazioni che ciascun soggetto evidenzierà nella propria scheda di presentazione - unitamente alla candidatura - siano chiare e trasparenti per gli utenti.

Caratteristiche delle candidature e dell’offerta formativa

In risposta all’Invito possono essere proposte candidature che, nell’articolazione in progetti, rendano disponibili ai potenziali destinatari misure formative, fruibili in modo personalizzato e individualizzato, capaci di valorizzare modalità di progettazione esecutiva e di dettaglio, modelli di erogazione e fruizione che semplifichino e sostengano la massima partecipazione, fondati sul pieno coinvolgimento di tutti i soggetti che concorrono alla costruzione delle politiche giovanili e per l’occupazione. I progetti che pertanto possono essere ricompresi nelle candidature, devono essere riconducibili alle seguenti aree/obiettivi:

  1. Filiere, Innovazione e Tecnologie Digitali
  2. Transizione ecologica e sostenibilità energetica e ambientale
  3. Servizi e innovazione sociale
  4. Lingue e culture straniere
  5. Imprenditorialità

Le candidature, in particolare, devono descrivere:

  • il quadro di contesto e gli ambiti territoriali di riferimento, ovvero gli ambiti territoriali nei quali il soggetto si impegna a rendere disponibili le opportunità in funzione delle reti di collaborazione attive e attivabili;
  • per ciascuna delle sopra elencate aree/obiettivi, l’analisi delle potenziali declinazioni in offerta formativa, tenuto conto dell’analisi di contesto e delle reti di collaborazione;
  • le opportunità e servizi aggiuntivi di orientamento, tutoraggio e accompagnamento, valutazione e autovalutazione dei livelli di apprendimento in entrata e in uscita, nonché di attestazione/certificazione degli esiti di apprendimento;
  • i prodotti di apprendimento aggiuntivi resi disponibili, anche fruibili da remoto – materiali per e­ learning, specificando la disponibilità di eventuali servizi di tutoraggio, per permettere ai giovani di ampliare autonomamente gli obiettivi formativi attesi, senza oneri aggiuntivi a carico delle risorse pubbliche;
  • le modalità organizzative, luoghi e spazi di formazione, e tempi modalità di erogazione del servizio, in ottica di conciliazione tra tempi di vita e tempi della formazione e tra tempi della formazione e tempi di attivazione personale verso il lavoro;

Le candidature devono, inoltre, pena la non ammissibilità:

  • essere riferite ad almeno 3 delle 5 aree/obiettivi di intervento sopra elencate;
  • avere a riferimento almeno 4 ambiti territoriali e pertanto garantire un’offerta che si fondi su un partenariato e reti di collaborazioni ampi e capaci di valorizzare e mettere a sistema specificità, esperienze e prassi locali per concorrere alla costruzione di politiche e azioni di scala regionale.

Alle candidature deve essere allegata:

  • Dichiarazione di impegno alla realizzazione, sottoscritta dal soggetto titolare dell’operazione, nella quale devono essere indicate le aree/obiettivi e gli ambiti territoriali provinciali sui quali insiste la candidatura, specificando, per ciascun ambito territoriale, almeno una sede di erogazione delle opportunità formative resa disponibile dal partenariato attuativo. Tale sede deve essere la sede di un ente di formazione professionale accreditato. La Dichiarazione di impegno alla realizzazione deve essere compilata utilizzando il modulo qui disponibile e inviata con le modalità previste al punto K. dell’Invito.
  • Accordo di partenariato sottoscritto dai soggetti coinvolti nelle diverse fasi di progettazione, attuazione, follow up e valutazione – e pertanto dai partner attuatori. Nello stesso Accordo devono essere esplicitati ruoli e impegni dei soggetti attuatori, modalità di collaborazione e di supporto all’attuazione delle operazioni. L’Accordo, in deroga a quanto previsto dalla DGR n. 1298/2015, non deve riportare l’attribuzione finanziaria in capo ai diversi soggetti per le motivazioni sopra esposte.

Il soggetto titolare della candidatura, anche avvalendosi del partenariato attuativo, si impegna a rendere disponibile, per ciascuna area/obiettivo, un’offerta di percorsi formativi:

  • della durata standard di 50 ore;
  • erogabili in forma individuale/individualizzata ovvero con un numero compreso tra 1 e 3 partecipanti;
  • declinati nel dettaglio, nei contenuti e negli obiettivi specifici di apprendimento, in esito al confronto e alla condivisione con gli effettivi partecipanti che accederanno al singolo progetto che sarà effettivamente erogato e fruito nel rispetto degli obiettivi generali dell’area/obiettivo di riferimento;
  • costituiti da attività erogate unicamente da un formatore e pertanto attraverso modalità di aula/laboratorio; non potranno essere attivate ore di project work/stage/tirocinio curricolare/e-learning asincrono strumentato;
  • erogabili ricorrendo alla didattica integrata, ovvero prevedendo una erogazione in presenza integrata e completata anche da formazione erogata a distanza in video conferenza in modalità sincrona, ferma restando la necessità di garantire l’accessibilità alla stessa anche a tutti i beneficiari e nonché la possibilità di fruire del percorso presso la sede dell’ente a fronte di specifica richiesta.

Modalità per la pubblicizzazione dell’offerta formativa

Le azioni di informazione e pubblicizzazione dei percorsi attuativi delle candidature approvate in esito all’Invito dovranno essere realizzate nel rispetto di quanto previsto al punto 14. Informazione e comunicazione degli interventi dell’allegato alla DGR n.1298/2015. Si richiede di porre particolare attenzione in fase di predisposizione della candidatura alla corretta e puntuale compilazione della Scheda informativa e di pubblicizzazione qui disponibile.

Per ciascuna candidatura approvata, la relativa Scheda informativa e di pubblicizzazione sarà resa disponibile per la consultazione on line e ai giovani, al fine di consentire loro di scegliere il soggetto titolare e la relativa offerta, quale condizione per la sottoscrizione del Patto di servizio.

Soggetti ammessi alla presentazione della candidatura

Possono presentare candidature in risposta all’Invito, in qualità di soggetti titolari e responsabili delle iniziative, organismi accreditati per l’ambito della Formazione continua e permanente ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento per tale ambito al momento della presentazione dell’operazione.

Le candidature:

  • devono prevedere un partenariato con i soggetti che concorrono alla costruzione delle politiche giovanili (a titolo esemplificativo e non esaustivo Informa giovani, centri di aggregazione giovanile, Terzo settore, Laboratori aperti, Fab lab …);
  • possono prevedere un partenariato attuativo con altri organismi di formazione professionali accreditati.

A tutte le candidature, pena la non ammissibilità, deve essere allegato un Accordo di partenariato riportante i ruoli dei diversi soggetti coinvolti, debitamente sottoscritto dalle parti. I partenariati sono generalmente compatibili con le disposizioni della normativa antitrust nella misura in cui consentono ai soggetti che operano in fasi differenziate di una stessa filiera di poter presentare la propria offerta a gare a cui individualmente non potrebbero partecipare. L’Accordo, in deroga a quanto previsto dalla DGR n. 1298/2015, NON deve riportare l’attribuzione finanziaria in capo ai diversi soggetti per le motivazioni espresse al punto E dell’Invito

Impegni dei soggetti attuatori

Alle operazioni che saranno approvate in esito all’Invito si applicano le misure di attuazione della DGR n. 192/2017 così come definite dalla DGR n. 1110/2018 tenuto altresì conto di quanto previsto dalla DGR n. 255/2022 nonché di altri eventuali modifiche che potranno essere apportate con successivi atti.

I soggetti titolari delle operazioni approvate si impegnano all’ottemperanza degli adempimenti in materia di rilevazione dei dati relativi a tutti gli indicatori di cui al Regolamento (UE) 2021/1057.

Risorse 

Le risorse pubbliche disponibili per la realizzazione delle iniziative afferenti all’Invito sono pari a euro 5.000.000,00 a valere sul Piano regionale di Attuazione del Programma operativo nazionale Iniziativa Occupazione Giovani - II Fase, con la riserva di destinare eventuali ulteriori risorse se necessarie.

Ciascuna operazione candidata deve avere un costo totale e un finanziamento pubblico richiesto pari:

  • euro 80.000,00 se candidata avendo a riferimento un numero minimo di 4 ambiti territoriali provinciali;
  • euro 200.000,00 se candidata avendo a riferimento un numero minimo di 7 ambiti territoriali provinciali.

Pertanto, il soggetto titolare di ciascuna candidatura approvata in esito all’Invito si impegna a erogare le attività approvate nel rispetto di quanto previsto al punto E. dello stesso Invito, nel rispetto di quanto specificato in fase di candidatura e di quanto indicato nella Dichiarazione di impegno alla realizzazione indicata sempre al punto E., fino al concorso delle risorse assegnate.

Potranno concorrere al finanziamento delle candidature le risorse di cui al Programma regionale Fse+ 2021/2027.

Modalità e termini per la presentazione della candidatura

Le candidature devono essere presentate dal legale rappresentante di uno dei soggetti ammessi alla presentazione della candidatura, come sopra richiamati.

La Richiesta di finanziamento, firmata dal legale rappresentante o con firma digitale o con firma autografa accompagnata da copia del documento d’identità, e in regola con le norme sull'imposta di bollo o eventualmente dei riferimenti per l’esenzione dalla stessa, unitamente alla seguente documentazione:

  • Scheda descrittiva della proposta "Competenze, progettualità e protagonismo delle giovani generazioni per una regione della sostenibilità ambientale, economica e sociale";
  • Scheda di informazione e pubblicizzazione;
  • Dichiarazione di impegno alla realizzazione sottoscritta dalle parti di cui al punto H dell’Invito;
  • Accordo di partenariato sottoscritto dalle parti di cui al punto H. dell’Invito;

deve essere inviata via posta elettronica certificata all’indirizzo attuazioneIFL@postacert.regione.emilia-romagna.it entro e non oltre il 20/09/2022, pena la non ammissibilità.

Esiti delle istruttorie

Le procedure di valutazione delle candidature ammissibili saranno attivate nel rispetto di quanto specificato al punto L. dell’Invito e si concluderanno con una graduatoria in ordine di punteggio delle candidature approvabili e finanziabili sottoposta all’approvazione della Giunta regionale.

Termine per l’avvio e conclusione delle attività

Le proposte formative che costituiscono le candidature approvate in esito all’Invito dovranno essere immediatamente cantierabili e non potranno essere avviate prima della pubblicazione dell'atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente. Le opportunità formative dovranno essere avviate entro 60 giorni dalla pubblicazione dell'atto di finanziamento sul sito web istituzionale nella sezione Amministrazione trasparente.

Tutte le attività dovranno concludersi entro e non oltre il 15 giugno 2023.

Con successivi atti della Giunta regionale potranno essere disposte modifiche/integrazioni rispetto ai termini per l’avvio e la conclusione delle attività e potranno essere altresì disposti meccanismi di eventuale rideterminazione dell’assegnazione finanziaria al fine di garantire la piena realizzazione delle attività e il pieno utilizzo delle risorse assegnate.

Obblighi di pubblicazione

Si richiama l’impegno relativo al rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui all’art. 1, commi da 125 a 128 della legge 124 del 2017 e ss.mm.ii.

Trattamento dei dati

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione venga in possesso in occasione dell’espletamento del presente procedimento sono trattati nel rispetto del Regolamento europeo n. 679/2016 Regolamento generale sulla protezione dei dati.


Responsabile del procedimento è il responsabile dell’Area Interventi formativi e per l’occupazione della Direzione generale Conoscenza, ricerca, lavoro, imprese.

Per informazioni AttuazioneIFL@regione.emilia-romagna.it

Materia: Istruzione e formazione

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/08/01 15:54:00 GMT+1 ultima modifica 2022-11-16T14:52:27+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina