Fondo sociale europeo

Strategia

La strategia delineata nel Programma Operativo Fse 2014-2020, elaborata attraverso un percorso di confronto con le parti sociali e in integrazione con gli altri Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE) della Regione.

La strategia che sta alla base del Programma Operativo Fondo sociale europeo 2014-2020 è stata elaborata attraverso un percorso di confronto istituzionale e di concertazione con il partenariato economico-sociale e si inquadra nella più ampia programmazione regionale dei fondi comunitari, che individua tre priorità di intervento:

  • valorizzare il capitale intellettuale attraverso politiche di investimento di imprese e Pubblica Amministrazione;

  • favorire innovazione, diversificazione e capacità imprenditoriale del sistema produttivo, orientandolo verso settori in crescita e ad alto utilizzo di competenze, che operino per la sostenibilità e che producano servizi alle persone;

  • perseguire gli obiettivi di coesione sociale, integrazione e qualità dei servizi collettivi.

ER Educazione Ricerca Emilia-Romagna

Per posizionare l’Emilia-Romagna fra le realtà più competitive a livello europeo, la Regione ha delineato la strategia di programmazione delle risorse del Fse a partire dal sistema “ER Educazione Ricerca Emilia-Romagna”, l’infrastruttura educativa e formativa regionale che risponde a un duplice obiettivo. Da un lato, garantire a tutti i cittadini pari diritti di acquisire conoscenze e competenze e di crescere e lavorare esprimendo al meglio le proprie potenzialità. Dall'altro, generare condizioni di più stretta relazione tra offerta formativa e fabbisogni di crescita e qualificazione di persone e imprese.

Priorità

Per migliorare l’infrastruttura “ER Educazione Ricerca” e renderla adeguata alle sfide e ai cambiamenti continuamente in atto, la Regione, nell’ambito della programmazione Fse, intende agire su più fronti:

  • qualificare il sistema formativo nelle sue diverse componenti - dall'istruzione e formazione professionale all'alta formazione - per favorire l’inserimento, il reinserimento e una permanenza qualificata delle persone nel mercato del lavoro;

  • rafforzare e innovare i percorsi formativi di raccordo tra il sistema educativo e il mondo del lavoro e tra un lavoro e l’altro;

  • affrontare in modo mirato l’emergenza occupazionale con misure complesse di intervento che accompagnino i processi di ristrutturazione e riposizionamento strategico di imprese e comparti/filiere e che forniscano ai lavoratori le competenze necessarie alla permanenza nel posto di lavoro o a un'eventuale ricollocazione;

  • sostenere interventi complessi per corrispondere ai fabbisogni di competenze necessari all’innovazione e alla qualificazione della base produttiva;

  • riorganizzare i centri per l'impiego e renderli maggiormente accessibili, anche attraverso le tecnologie digitali;

  • aprire il sistema educativo e formativo a una dimensione internazionale;

  • razionalizzare gli interventi per l’inclusione sociale delle persone in condizioni di svantaggio, con particolare attenzione alle persone disabili;

  • promuovere la capacità di azione integrata delle diverse istituzioni competenti nella programmazione degli interventi per l’occupazione.

Obiettivi

La struttura del Programma Operativo richiama gli obiettivi tematici propri del Fse - occupazione, inclusione sociale, istruzione e formazione, capacità istituzionale e amministrativa – declinati in assi di intervento, priorità di investimento e obiettivi specifici.

Principi orizzontali

Principi orizzontali a tutta la programmazione saranno:

  • sviluppo sostenibile, attraverso l’incentivazione di un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva;

  • pari opportunità e non discriminazione, per favorire l’inclusione lavorativa delle persone in situazioni di svantaggio;

  • parità tra uomini e donne, per favorire la piena partecipazione delle donne, all’istruzione, alla formazione e al lavoro qualificato, anche promuovendo il loro accesso alla formazione tecnica e tecnologica.

Risorse

Le risorse programmate sono pari a 786,2 milioni di euro.

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/01/2016 — ultima modifica 09/05/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it